Corsica: i migliori siti archeologici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se vi trovate in Corsica, sia che si tratti di una vacanza, per impegni familiari o persino lavorativi, vi consigliamo di approfittarne per visitare i migliori siti archeologici della zona. Vi converrà non lasciarvi sfuggire l'occasione di farlo, perché senza dubbio ne varrà la pena e potrete, inoltre, arricchire il vostro bagaglio culturale e le vostre conoscenze classiche e preistoriche, oltre ad emozionarvi in luoghi carichi di storia e di vita vissuta. Andiamo, dunque, a vedere quali sono i migliori siti archeologici, quelli che non dovrete assolutamente perdere una volta sul posto. Dovete sapere, innanzitutto, che la Corsica è ricchissima di reperti archeologici, alcuni esposti in musei, altri a cielo aperto, il che rende quest'isola ancora più affascinante e famosa, dunque, non solo per il suo splendido mare.

26

Piana di Cauria

Il primo sito che vogliamo consigliarvi è l'altopiano di Cauria. Si tratta, infatti, del sito archeologico forse più importante di tutta l'isola, per la sua rilevanza storica e culturale. In questa piana, sono stati trovati tre distinti siti, la cui datazione geologica è pressocché ancora incerta. Si tratta di Stantari, costituita da grandi menhir verticali databili forse all'Età del Bronzo o del Ferro; Renaghiu, dove i menhir rinvenuti sono posizionati in forma circolare; ed in ultimo Funtanaccia, dove è posizionato il Dolmen più importante, perché meglio conservato, di tutta la Corsica.

36

Il museo archeologico di Sartène

Da non perdere, inoltre, è il Museo di Sartène, al cui interno sono conservati la maggior parte dei ritrovamenti archeologici di tutta la Corsica. Sarà quindi fondamentale visitarlo, potendo godere della vista di reperti antichissimi, come punte di freccia, suppellettili e monili databili addirittura al 9000 a. C.

Continua la lettura
46

Filitosa

Quando si fa riferimento alla storia della Corsica, anzi alla sua preistoria, il nome Filitosa sarà senza dubbio il primo ad essere nominato. Si tratta, infatti, dell'antica capitale dell'isola, i cui ritrovamenti archeologici sono databili addirittura al 6000 a. C., mentre i più recenti, di importanza storica sempre e comunque considerevole, risalgono all'epoca Romana e ad essi è dedicato un piccolo museo proprio all'ingresso di Filitosa. In questa zona, inoltre, non mancano i menhir, alcuni davvero particolari, perché di fattura antropomorfica, rappresentando in pratica figure umane dotate di naso ed occhi. Nell'area dell'antico villaggio, inoltre, sarà possibile ammirare persino alcune antiche capanne in pietra. Insomma, Filitosa è una vera perla dell'archeologia, ricca di fascino e di misteri dell'antichità.

56

Cucuruzzu

Sebbene il nome possa risultare un po' bizzarro, Cucuruzzo è un sito archeologico di grande interesse, famoso in particolar modo per la presenza del cosiddetto "Casteddu". Si tratta, in pratica, di un'antica struttura databile all'Età del Bronzo. Il Casteddu rappresentava, all'epoca, il nucleo di tutto il villaggio, dove gli abitanti trovavano rifugio, protetti dalle sue alte mura, e veniva utilizzato persino come granaio di tutta la comunità. I ritrovamenti in quest'area, inoltre, non sono mancati nel corso dei secoli, e Cucuruzzu può vantare una ricca esposizione di manufatti di ogni tipo, da antichissimi gioielli realizzati addirittura in pietra, fino ad utensili di uso quotidiano. E per non lasciare incompleto il tour archeologico, poco distante è possibile visitare il Museo Dell’Alta Rocca, al cui interno è possibile visionare persino dei reperti umani considerati tra i più antichi di tutta la Corsica.

66

Aleria

E per finire in bellezza la vostra visita all'insegna dell'archeologia e della preistoria, non vi mancherà che visitare Aleria. Un'antica città, anzi una capitale all'epoca Romana, ricca di storia perché passata attraverso diverse dominazioni, partendo da quella Greca, Etrusca e solo in ultimo quella Romana. Tutto ciò è stato documentato attraverso i resti di diversi stili risalenti alle varie epoche appena citate, rinvenuti principalmente nella sua Necropoli, e attualmente conservati nel museo archeologico sorto in situ. Del periodo Romano, in particolare, è possibile ammirare intere pareti di edifici sopravvissute quasi intatte ai secoli, e persino i resti dell'antico Foro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

Tunisia: i migliori siti archeologici

Viaggiare e visitare il mondo è sicuramente una delle esperienze più belle che possiate fare. Spostarvi e visitare altri Paesi, o anche altre località italiane al di fuori di quella in cui siete nati, è un'esperienza che arricchirà tantissimo il...
Consigli di Viaggio

Rodi: i migliori siti archeologici

Rodi è una magnifica isola greca sita nell'Egeo meridionale. Dotata di una bellezza da togliere il respiro, ha una storia antica e ricca di fascino. Secondo una leggenda narrata da Pindaro la sua nascita si deve alla figlia della dea Venere che affiorò...
Consigli di Viaggio

Creta: guida ai migliori siti archeologici

Un viaggio può trasportarci lontano, alla scoperta di terre che hanno conosciuto l'ingegno e la grandezza dell'uomo. Quando pensiamo alla culla della cultura, la Grecia spicca nel nostro immaginario come un faro brillante. Una terra ricca di storia,...
Consigli di Viaggio

Israele: i migliori siti archeologici

Lo Stato d'Israele è una delle zone più ricche di tradizioni e cultura al mondo, oltre ad essere la patria di moltissimi luoghi sacri alle varie religioni locali. Il Cristianesimo, l'Islam e il Giudaismo hanno infatti lasciato una serie di reperti e...
Consigli di Viaggio

Thailandia: i migliori siti archeologici

La Thailandia è uno stato del continente asiatico che confina a est con la Cambogia e il Laos, a sud con il Golfo di Thailandia e la Malesia, a ovest con il mare delle Andamane e la Birmania e, a nord con la Birmania e il Laos. In lingua thai la nazione...
Consigli di Viaggio

Marocco: i migliori siti archeologici

Il Marocco, bagnato dal mar Mediterraneo e dall'Oceano Atlantico, è sviluppato su una vasta area: la più occidentale dei paesi del Nordafrica. Il periodo migliore per organizzare le vacanze in questa splendida terra è dopo settembre, in quanto superata...
Consigli di Viaggio

Grecia: i 5 siti archeologici più belli

La Grecia è uno dei luoghi più affascinanti della terra, non tanto per il suo paesaggio incontaminato e per il suo mare cristallino, quanto piuttosto per la sua storia e le sue tradizioni, i suoi monumenti e le sue leggende. I miti e le credenze greche...
Consigli di Viaggio

Sardegna: i siti archeologici più belli

Solitamente, quando si sente parlare della Sardegna, favolosa isola del Mediterraneo, non si può far a meno di immaginare acque cristalline ed incontaminate. Ma la Sardegna non è solo fatta di paesaggi paradisiaci e locali alla moda. Infatti la Sardegna,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.