Cosa vedere nella Città del Vaticano

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Città del Vaticano, con la sua superficie di 0,44 km quadrati, risulta essere lo Stato Indipendente più piccolo d'Europa. Si tratta di un'enclave in territorio italiano inserita nella città di Roma. Questo Stato pur essendo piccolissimo racchiude in sé un'immensità di tesori inestimabili che grandi artisti come Michelangelo, Giotto, Bernini e Raffaello hanno lasciato in dono all'umanità intera. In questa breve guida vi racconterò cosa vedere nella Città del Vaticano. Foto: commons.wikimedia.org.

26

La città del Vaticano si sviluppa intorno al complesso di San Pietro

La Città del Vaticano si sviluppa intorno al complesso di San Pietro ed è circondato da alte mura medievali, le mura Leonine, fatte costruire intorno all' Ottocentocinquanta d. C. Da Leone IV a protezione del colle Vaticano e della basilica principale.

36

Non tutti i palazzi e tutte le stanze Vaticane sono accessibili ai visitatori

Le mura, che si snodano a partire dalla basilica Petrina, custodiscono oltre ai giardini e ai Musei Vaticani, il Palazzo Apostolico, il Palazzo del Governatorato, la Casa Santa Marta, il monastero Mater Ecclesia (in cui il papa emerito Benedetto XVI si ritirerà a vita privata) e numerose cappelle. Naturalmente non tutti i palazzi e tutte le stanze Vaticane sono accessibili ai visitatori, le Guardie Svizzere sparse in tutto lo Stato vi indicheranno i percorsi da seguire. Foto: commons.wikimedia.org -.

Continua la lettura
46

Il fulcro della città del vaticano è la basilica di San Pietro

Il fulcro di Città del Vaticano è senza dubbio la Basilica di San Pietro, il modo più spettacolare per arrivarci è quello di percorrere via della Conciliazione. La Basilica vi apparirà da subito in tutta lu sua magnificenza, man mano che vi avvicinerete noterete la sua immensa bellezza e la minuzia dei particolari. All'ingresso nella piazza vi sentirete come abbracciati dal maestoso colonnato del Bernini sormontato dalle statue dei Santi. Al centro della piazza si trova l'obelisco in granito rosso che col basamento di leoni bronzei e la croce posta in cima raggiunge i 40 metri. In due punti della piazza sono posizionate delle pietre a forma circolare con su incisa la scritta "centro del colonnato", chiunque posi i piedi su queste pietre guardando entrambi gli emicicli del colonnato avrà l'illusione di vedere un'unica schiera di colonne anziché quattro.

56

All'interno della basilica di San Pietro si ergono le statue di San Paolo e San Pietro

Prima della Scala che vi farà giungere all'interno della Basilica si ergono le statue dei due Santi Patroni della chiesa cattolica, San Paolo con in mano una spada e San Pietro con le chiavi. La Basilica che possiamo ammirare oggi fu commissionata da papa Giulio II intorno al 1500, alla realizzazione contribuirono artisti quali Bramante, Raffaello e Michelangelo, il tocco finale però fu dato da Carlo Maderno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come e perchè visitare la città di Aubagne in Francia

Aubagne è una cittadina posizionata nella Provenza meridionale, a pochi chilometri dalla metropoli di Marsiglia. Essa si affaccia sulla Costa Azzurra, su una magnifica conca naturale e su un meraviglioso mare trasparente. Aubagne non è proprio simile...
Europa

Come visitare la città di Linz in Austria

Linz è una tra le tre città più importante dell'Austria. E anche una delle città più conosciute e culturalmente affascinanti dell'Europa centrale. È famosa, anche, per aver ospitato Adolf Hitler quando, in giovane età, aspirava a diventare pittore....
Europa

Le 5 migliori città da visitare in InterRail

InterRail: il sogno di molti giovani ragazzi per una vacanza all'insegna dell'avventura ma anche un modo pratico ed economico per visitare l'Europa, a qualsiasi età!InterRail è un pass ferroviario che consente, con un unico biglietto programmabile in...
Europa

Le migliori città europee da visitare

Partire per uno splendido viaggio assieme ai nostri amici od assieme ai nostri famigliari, è un qualcosa di molto divertente e di entusiasmante. Se abbiamo scelto come meta per il nostro viaggio l' Europa, nulla è meglio del visitare le migliori città...
Europa

Cracovia: cosa vedere

La Polonia è un paese con tante citta' piuttosto curiose e belle da vedere. Oltre alla sua capitale Varsavia, il cui centro storico è entrato far parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO, possiamo trovare Cracovia (o Kraków in polacco), una delle...
Europa

Come visitare La Città Di Goslar

Se avete intenzione di fare una vacanza sulle colline del massiccio dell'Harz, avrete la possibilità di visitare la città di Goslar. Si tratta di una località posta sull'estremità settentrionale del massiccio, dove attira numerosi turisti ogni anno....
Europa

Russia: 5 città da visitare

Se decidiamo di fare un bel giro in Russia, visitiamo le più belle città, che non siano solo Mosca o San Pietroburgo (che saranno comunque le prime da vedere, ovviamente!). La Russia, infatti, è un paese che comprende Oriente e Occidente e tante sono...
Europa

5 città sotterranee in Europa

Le città non si sviluppano tutte alla luce del sole. Alcune sono costrette ad espandersi verso il basso, pressate dai ritmi frenetici della vita urbana. Altre proprio non ne vogliono sapere di stare all'aria aperta, preferendo l'oscurità del terreno....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.