Cosa visitare a Castel Trosino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per gli amanti dei viaggi in Italia esistono bellissimi paesini e borghi che valgono veramente la pena di essere visitati. Per chi ama visitare le regioni centrali dell'Italia molto bella e affascinante sono le Marche, sia per le sue località di mare e sia per le sue località di campagna e per i suoi borghi medioevali. In questo articolo mi voglio soffermare in particolar modo a parlarvi di Castel Trosino. Vi spiegherò cosa visitare a Castel Trosino, descrivendovi i luoghi di interesse e tutto ciò che si può ammirare di questo borgo.

26

Il primo aspetto che vi voglio descrivere è che Castel Trosino è una frazione del comune di Ascoli Piceno. Ascoli Piceno è un capolouogo di provincia delle Marche. Castel Trosino si trova a pochi chilometri da Ascoli Piceno. Per raggiungere Castel Trosino bisogna seguire la strada del ponte di Porta Cartara, e oltrepassare sia questo ponte e sia Borgo Cartaro. Castel Trosino si chiama così perché è appunto presente il castello: è da notare che il castello e l'intero borgo sono su una rupe e si può accedere a questa frazione solo da un lato, perché gli altri sono a strapiombo sopra il torrente Castellano. Il torrente Castellano ha preso il proprio nome proprio da Castel Trosino, e in questo torrente si può praticare la pesca.

36

Il secondo aspetto che vi voglio descrivere è che Castel Trosino è un borgo conosciuto sia dai tempi antichi. Ai tempi dei romani Castel Trosino era conosciuta grazie alle sue acque termali.
Nel periodo di Carlo Magno Castel Trosino rappresentava una delle postazioni del sistema difensivo grazie alla sua posizione strategica.

Continua la lettura
46

Il terzo e ultimo aspetto che vi voglio descrivere è che i principali luoghi di interesse di Castel Trosino sono: la necropoli longobarda e la casa di Re Manfrì. Successivamente vi farò una accurata descrizione di questi tre importanti luoghi di interesse di Castel Trosino.

56

La necropoli longobarda di Castel Trosino è un sito archeologico scoperto casualmente alla fine dell'Ottocento grazie a degli scavi utili per poi poter creare un uliveto. In questa necropoli longobarda furono ritrovate e rinvenute quasi 300 tombe, e alcune tombe erano realizzate in oro, o argento o vetro. Queste tombe erano molto antiche, del periodo appunto dei lomgobardi, quindi del periodo del V secolo, del VI secolo e del VII secolo. Oltre alle tombe furono ritrovati oggetti al loro interno, come collane e orecchini femminili, vasi, varie armi di difesa. Le tombe e i vari oggetti sono depositati attualmente al museo Medioevale di Ascoli Piceno, e in altri musei di altre città come Roma e New York.

66

La casa di Re Manfrì è un edificio presente nella parte centrale di Castel Trosino. Questo appartamento per tradizione si dice che fosse l'abitazione di Manfredi. Manfredi era il figlio illegittimo di Federico II, e dimorò in questo appartamento per un certo periodo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come e perchè visitare Castel Gandolfo ed il suo meraviglioso lago

L'Italia è una penisola ricca di bellezze sia naturali che artistiche; in Italia sono molti i monti rinomati come le Alpi e gli Appennini e inoltre sono notevoli le coste frastagliate e le zone turistiche presenti soprattutto al Sud. Al centro Italia...
Italia

Come raggiungere Castel del Monte

La Puglia è una regione meravigliosa, con una storia affascinante e delle bellezze naturali tutte da scoprire. Tra i tantissimi posti da visitare, non può mancare uno dei simboli italiani: Castel del Monte. Il castello è stato costruito nel XIII secolo...
Italia

Le più belle località dell'Alto Adige

L'Alto Adige è una zona ricca di belle località, che certamente meritano di essere meta di un viaggio, alla scoperta di paesaggi emozionanti, di monumenti e di antiche tradizioni culturali. Si tratta di luoghi ricchi di fascino: qui la natura si esprime...
Italia

Come visitare le grotte di Castel Civita e di pertosa

Se vi trovate nella meravigliosa regione della Campania, ed in particolare nella provincia di Salerno, vi consiglio di pianificare una visita ai siti archeologici della zona, ricchi di affreschi e decorazioni di grande pregio. All'interno di questa guida,...
Italia

Come visitare Dozza

La storia di Dozza (Dòza in romagnolo) è stata condizionata fin dai tempi antichi dalla mancanza di acqua. Vi allude persino il suo stemma comunale, che raffigura un grifo che si sta abbeverando, vi allude. La maestosa rocca sforzesca domina il borgo...
Europa

Cosa vedere nelle necropoli etrusche

Gli Etruschi sono stati un grande popolo, che ha lasciato delle impronte molto forti sul territorio italiano e nel mondo. Non solo dal punto di vista strettamente culturale, ma anche i loro usi e costumi vengono oggi studiati e sono di grandissima rilevanza....
Italia

Bolzano: come trascorrere una vacanza

Per trascorrere al meglio una vacanza a Bolzano, vi consiglio innanzitutto di scegliere le attività da svolgere in basa al periodo. Questo vi permetterà di vivere al meglio la città, grazie alle manifestazioni che si tengono durante l'anno. La regione...
Consigli di Viaggio

Napoli e dintorni: cosa visitare

Stai cercando un posto da visitare ma non vuoi allontanarti troppo dal suolo italiano? Allora sappi che Napoli fa sicuramente a caso tuo! In questa guida, in particolare, vedremo cosa è possibile visitare di Napoli e dintorni. Napoli è un comune italiano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.