Cosa visitare a Castel Trosino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per gli amanti dei viaggi in Italia esistono bellissimi paesini e borghi che valgono veramente la pena di essere visitati. Per chi ama visitare le regioni centrali dell'Italia molto bella e affascinante sono le Marche, sia per le sue località di mare e sia per le sue località di campagna e per i suoi borghi medioevali. In questo articolo mi voglio soffermare in particolar modo a parlarvi di Castel Trosino. Vi spiegherò cosa visitare a Castel Trosino, descrivendovi i luoghi di interesse e tutto ciò che si può ammirare di questo borgo.

26

Il primo aspetto che vi voglio descrivere è che Castel Trosino è una frazione del comune di Ascoli Piceno. Ascoli Piceno è un capolouogo di provincia delle Marche. Castel Trosino si trova a pochi chilometri da Ascoli Piceno. Per raggiungere Castel Trosino bisogna seguire la strada del ponte di Porta Cartara, e oltrepassare sia questo ponte e sia Borgo Cartaro. Castel Trosino si chiama così perché è appunto presente il castello: è da notare che il castello e l'intero borgo sono su una rupe e si può accedere a questa frazione solo da un lato, perché gli altri sono a strapiombo sopra il torrente Castellano. Il torrente Castellano ha preso il proprio nome proprio da Castel Trosino, e in questo torrente si può praticare la pesca.

36

Il secondo aspetto che vi voglio descrivere è che Castel Trosino è un borgo conosciuto sia dai tempi antichi. Ai tempi dei romani Castel Trosino era conosciuta grazie alle sue acque termali.
Nel periodo di Carlo Magno Castel Trosino rappresentava una delle postazioni del sistema difensivo grazie alla sua posizione strategica.

Continua la lettura
46

Il terzo e ultimo aspetto che vi voglio descrivere è che i principali luoghi di interesse di Castel Trosino sono: la necropoli longobarda e la casa di Re Manfrì. Successivamente vi farò una accurata descrizione di questi tre importanti luoghi di interesse di Castel Trosino.

56

La necropoli longobarda di Castel Trosino è un sito archeologico scoperto casualmente alla fine dell'Ottocento grazie a degli scavi utili per poi poter creare un uliveto. In questa necropoli longobarda furono ritrovate e rinvenute quasi 300 tombe, e alcune tombe erano realizzate in oro, o argento o vetro. Queste tombe erano molto antiche, del periodo appunto dei lomgobardi, quindi del periodo del V secolo, del VI secolo e del VII secolo. Oltre alle tombe furono ritrovati oggetti al loro interno, come collane e orecchini femminili, vasi, varie armi di difesa. Le tombe e i vari oggetti sono depositati attualmente al museo Medioevale di Ascoli Piceno, e in altri musei di altre città come Roma e New York.

66

La casa di Re Manfrì è un edificio presente nella parte centrale di Castel Trosino. Questo appartamento per tradizione si dice che fosse l'abitazione di Manfredi. Manfredi era il figlio illegittimo di Federico II, e dimorò in questo appartamento per un certo periodo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare La Via Dei Castelli Trentini

Il Trentino Alto Adige è una regione italiana che ha fatto del turismo una delle sue principali attività e fonti di reddito. È infatti molto famosa in tutta Europa ed in tutto il mondo per la bellezza delle sue montagne, delle sue valli, dei suoi pascoli...
Europa

Come visitare Andria

Andria si trova in Puglia, e precisamente vicino al capoluogo di regione Bari. La città conta circa centomila abitanti ed è molto conosciuta per i tre campanili ed è anche per il Castel del Monte, ovvero una struttura davvero molto bella, costruita...
Europa

Come visitare i Castelli Romani

Roma è una città famosissima in tutto il mondo per le sue bellezze paesaggistiche, ma soprattutto per merito delle sue antichissime strutture risalenti all'epoca degli antichi romani. Proprio per questo motivo la capitale italiana attiva ogni anno milioni...
Europa

Come visitare i dintorni di Trento

Trento, bella città del nord Italia situata nell'area alpina, è sicuramente una delle mete preferite dai turisti che amano esplorare la montagna. Anche i dintorni offrono però moltissime attrattive. La posizione geografica rende la città base ideale...
Europa

Come e cosa visitare a Corato

La nostra bella Italia possiede tanti magnifici borghi; carichi di storia, arte, cultura e tradizioni. Per poterne visitare qualcuno c'è solo l'imbarazzo della scelta. Ma oggi decideremo di spostarci verso il sud della nostra penisola e precisamente...
Europa

Come visitare i luoghi dell'Altopiano di Campo Imperatore

Se stiamo organizzando un bella escursione fuori porta, per poter scoprire le moltissime bellezze presenti sul nostro territorio, dovremo per prima cosa organizzare alla perfezione il nostro tour. Quindi il primo passaggio, consiste nel reperire tutte...
Europa

Come visitare Elcito Nelle Marche

Sicuramente l'Italia è piena di gioielli nascosti; uno di questi è Elcito, minuscola quanto suggestiva frazione di S. Severino Marche in provincia di Macerata, che in inverno conta 7 abiitanti ma che durante l'estate si riempie di turisti affascinati...
Europa

Come visitare il Santuario del Divino Amore a Roma

Il santuario della Madonna del Divino Amore è un santuario di Roma composto da due chiese: quella antica è del 1745, quella nuova è invece del 1999. È tuttora una meta di pellegrinaggio cara ai romani. Durante l'estate ogni sabato si tiene un pellegrinaggio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.