Cosa visitare in Valsolda: i luoghi di "Piccolo mondo antico"

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Valsolda è un piccolo comune italiano in provincia di Como, che si affaccia sul Lago di Lugano ed è costituito da numerose frazioni. Dalla popolazione locale viene chiamata anche Ceresio e ne vale la pena visitarla. Conta poco più di 1600 abitanti ed è immersa in un contesto ambientale ricco di montagne, fiumi e laghi, e per questo è una meta molto famosa tra i turisti.
Antonio Fogazzaro del 1895, scrisse il romanzo intitolato "Piccolo mondo antico", ambientato a Valsolda e nonostante siano passati più di cento anni dalla stesura del romanzo, leggendo alcuni passi, sembra che alcuni luoghi descritti non siano cambiati di una virgola.

24

Le frazioni

Valsolda è costituita da nove frazioni, quali: Albogasio, Castello, Cressogno, Dasio, Drano, Oria, Loggio, Puria, San Mamete e Santa Margherita. Ovviamente, ciascuna di queste presenta delle proprie caratteristiche, curiosità e bellezze da scoprire. Da Albogasio Superiore si giunge a Castello, arroccato su uno sperone roccioso. In questa frazione, nel medioevo vi era un castello, che racchiudeva tutto l’abitato entro forti mura. Qui si trova la chiesa di S. Martino con la volta affrescata da Pagani, nativo di Castello e il Museo Casa Pagani. A Cressogno sorge il Santuario della Caravina dove si può godere di una meravigliosa vista dal suo sagrato. A Loggio e a Dasio vi sono numerosissime case con stemmi o con soggetti sacri affrescati.

34

Museo Casa Pagani

Durante una vacanza a Valsolda, bisogna assolutamente visitare il Museo Casa Pagani, un luogo di cultura, arte e poesia, contenenti i capolavori di pittori valsoldesi come Paolo Pagani, Tibaldi, Forni ecc.
All'entrata del Museo si trova un ritratto di Antonio Fogazzaro del pittore Pedrazzini e una riproduzione del ritratto dell’architetto Tibaldi. Il Museo è dislocato in tre piani: nel primo, all'interno di una sala, sono esposte quattro tele, ossia: il Sacrificio di Isacco, Dio Padre fra due putti, una Ninfa sorpresa dai satiri, Cimone e Pero. Nel secondo piano, invece, c'è la sala dedicata all'emigrazione degli artisti, pittori valsoldesi. Nel terzo piano, sono presenti opere degli artisti valsoldesi contemporanei.

Continua la lettura
44

Villa Fogazzaro

Villa Fogazzaro è l'antica dimora dello scrittore Antonio Fogazzaro, che sorge in località di Valsolda. Nel 2009 è stata donata al FAI dal suo ultimo proprietario, il marchese Giuseppe Roi. Al suo interno, questa Villa conserva le memorie dello scrittore, tra cui il Piccolo mondo antico. Lo stile dell Villa è tipicamente ottocentesco e presenta un gran numero di stanze, molte delle quali adibite, in passato, all'accoglienza degli ospiti. Roi è stato in grado di mantenere il classico aspetto degli interni e gli oggetti originali appartenenti alla famiglia Fogazzaro, affiancandovi mobili provenienti da altre Ville della famiglia, per valorizzare la storia del suo avo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.