Damasco: cosa visitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Damasco capitale della Siria è una città ricca di storia. Infatti, in passato è stata crocevia di diverse culture che la hanno "attraversata" e dominata nel corso dei secoli, lasciandovi segni indelebili, rintracciabili già a partire dalla moltitudine di stili architettonici che il turista può vedere durante la propria visita.
Nata al contempo delle civiltà mesopotamiche è considerata la città più antica del mondo.
È un prosperoso centro di attività agricole, commerciali e tessili, famosa per la produzione di tappeti e tessuti in seta esportati i tutto il mondo.
La visita della città di Damasco richiede alcuni giorni.
Per agevolare il turista, tutti i luoghi di visita sono bene segnalati lungo le vie.
Ora, scopriamo cosa possiamo visitare a Damasco.

27

Occorrente

  • Idoneo abbigliamento.
37

Moschea di Omayyadi

La Moschea di Omayyadi è il principale luogo di culto della città. Con i suoi pregiatissimi marmi e mosaici che la rivestono, è un tipico esempio di arte islamica. Alle donne che intendono accedervi, sono messe a disposizione delle mantelle, mentre agli uomini è richiesto di depositare le proprie scarpe soltanto all'ingresso della sala dedicata alla preghiera e al mausoleo di Saladino.

47

Musei

Per approfondire la conoscenza della vasta e variegata cultura della Siria, il Museo Nazionale, ci offre una grande opportunità. Al suo interno sono, infatti, custoditi gli oggetti trovati nei vari siti archeologici del territorio: intere collezioni di tavole in terracotta, gioielli e altre importanti testimonianze.
Un'altra tappa è il Museo di Epigrafia Araba dove si possono ammirare Corani miniati e pergamene antichissimi.

Continua la lettura
57

Scuole coraniche

La città di Damasco ospita anche due scuole coraniche molto antiche.
La prima è la "Zahiriyah", oggi biblioteca universitaria e custode della tomba del sultano Baibars, famoso per avere sconfitto in battaglia i francesi e i mongoli.
La seconda è la "Adiliyah", che custodisce la tomba del fratello di Saladino, alla quale si accede attraverso un bellissimo cortile.

67

Mercati

Una meta tipica e molto frequentata dal turista giunto a Damasco, sono i mercati, i cosiddetti "Suq", veri e proprie città dentro la città dove è possibile trovare ogni genere di oggetti e naturalmente i prodotti dell'industria manifatturiera siriana: tessuti, biancheria e tappeti. Il quartiere cristiano è ricco di numerosissime chiese e negozi, ed è proprio qui che i commercianti cristiani animano il "Suq Assagha", ovvero il mercato nel quale si vendono esclusivamente oggetti in oro.
Lungo la via Recta, i negozi di frutta fresca e secca, verdure, caffè e spezie, sono abilmente inseriti nel contesto di costruzioni antiche in stile romano e ottomano.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenersi alle usanze del luogo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Come visitare i mercati di Traiano

I "Mercati di Traiano" in Roma costituiscono un interessantissimo esempio di architettura antica di Epoca Imperiale. Sorti contemporaneamente al Foro di Traiano, i Mercati sono attribuiti allo stesso architetto progettista del Foro, Apollodoro da Damasco....
Consigli di Viaggio

I cimiteri monumentali più significativi

Girare da turista in Italia e nel mondo significa saper apprezzare le opere d'arte che ricostruiscono le origini e la storia dell'umanità. Ma non è facile riuscire ad orientarsi: le opere monumentali sono innumerevoli e disparate, specie se ad essere...
Europa

Come visitare Tarquinia e Cerveteri

L'antica Tarquinia costituiva uno dei centri più importanti dell'Etruria. Occupava una posizione strategica su un crinale che dominava la pianura costiera. Nel quarto secolo a. C. Venne conquistata dai romani. Cerveteri era una delle città più popolate...
Europa

Come visitare St Patrick's Country

St Patrick's Country è situata nell'Irlanda del Nord. Oltre ad accogliere la tomba di San Patrizio, missionario e vescovo d'Irlanda vissuto fino alla fine del quinto secolo d. C., ospita la famosissima cattedrale omonima. Numerose inoltre sono le mostre...
Europa

Come visitare il palazzo nazionale della cultura a Sofia

La Bulgaria è un paese non molto conosciuto, lontano dalle tradizionali mete turistiche, ma che può donare emozioni e sensazioni uniche al turista che decide di visitarla. I luoghi maggiormente visitati in Bulgaria sono le spiagge del Mar Nero o le...
Asia

India: itinerari

L’India, Stato dell'Asia Meridionale, è ricca di tradizioni e mistero. La Regione presenta un’evidente biodiversità. I numerosi monumenti risalgono alla dinastia imperiale Moghul. Per visitarla completamente non basterà una settimana. Tuttavia,...
Africa

Guida: tour dell'Egitto in 10 giorni

L'Egitto è una terra magica ricca di storia e di misteri. Le leggende legate alle piramidi o ai faraoni hanno spesso fatto il giro del mondo e richiamato milioni di visitatori e studiosi che hanno tentato di dare una risposta concreta alle tante domande...
Asia

Come organizzare un viaggio in Libano

Il Libano è un piccolo stato mediorientale che confina con Israele e Siria, e si affaccia sul Mar Mediterraneo. Un tempo questo Paese era conosciuto soprattutto per una delle sue specie vegetali endemiche: il cedro libanese. Da oltre un decennio, però,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.