Ercolano: cosa visitare

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La città di Ercolano, anticamente chiamata Herculaneum, è passata alla storia per il suo tragico destino che nel 79 d. C assieme alla città di Pompei, venne travolta e sepolta da una consistente quantità di cenere, fango e colate laviche. A distanza di quasi due millenni, dalla fatale tragedia, causata dall'imponente Vesuvio, per fortuna, grazie agli scavi, iniziati con il dominio dei Borboni, si è potuto appurare che molti reperti, perlopiù di epoca romana, si sono conservati magnificamente. A differenza di Pompei, Ercolano è più piccola e si può girare in meno tempo, infatti, in questa guida, andremo a scoprire, cosa visitare in questi fantastici scavi.

27

Occorrente

  • biglietto
37

Il MAV

Come accennato nell'introduzione, Ercolano, offre ai visitatori, una visione più completa rispetto a Pompei del mondo romano, ma meno sfarzosa. A pochi passi dal sito archeologico, sorge uno dei musei virtuali più famosi d'Italia, il Mav. Il museo archeologico virtuale (MAV), è un centro ricco di tecnologia e cultura, infatti, al suo interno, grazie agli incredibili filmati molto realistici, si avrà l'opportunità di rivivere quell'epoca e di conseguenza, anche quella tragedia avvenuta per via del vulcano. È un'esperienza unica, perché, si può capire a quel tempo, il tenore di vita delle città romane e lo splendore degli anni d'oro di Ercolano e Pompei prima della fatidica eruzione del 79 d. C.

47

Le case private

Uno degli aspetti degni di nota del sito archeologico campano, sono senz'altro gli edifici. Infatti, tutte le case private e le ville dei signori, hanno ancora conservato la loro bellezza senza tempo. Una delle più belle, è sicuramente la Casa Sannitica, ubicata nella zona storica della città, chiamata Cardo IV Superiore. Questo edificio, è uno dei più antichi di Ercolano in cui si potrà ammirare il vero aspetto originale. Al suo interno, infatti, di pregevole fattura, è il soffitto a cassettoni decorato, affrescato secondo gli stili dell'epoca.
Un altro edificio, degno di nota, è la Casa del Tramezzo in Legno, anche questa risalente all'epoca sannitica, ma restaurata poco dopo.

Continua la lettura
57

Il Ginnasio e La Grande Taberna

Infine, ma non per ultime, le attrazioni da non perdere, sono senz'altro il ginnasio, ma anche una fila di botteghe collocate nel cardo V, perché rappresentano il simbolo dell'attività commerciale di Ercolano, tra le più celebri sono la Grande Taberna, e la bottega di un fabbro di nome Plumbarius.
Oltre alle attività commerciali, ci sono anche edifici sacri nella parte meridionale della città, eretti per il culto di Venere ed in onore ad altri quattro divinità del luogo.
Per chi fosse interessato a visitare Ercolano e dintorni, può sempre controllare il portale: Napoli- turismo.it, dove troverà dettagliate informazioni circa il costo del biglietto e orari di apertura del sito archeologico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Napoli: cosa visitare in pochi giorni

Napoli è una bellissima città ricca di folclore. Se avete deciso di organizzare una gita od un viaggio a napoli-weekend-lungo-itinerario-completo-visita-2-3-giorni_4051">Napoli cercate di non perdervi le mete più significative della città campana....
Italia

I 5 posti più belli della Campania

La regione Campania ospita ben 5 siti protetti dall'U. N. E. S. C. O.: il centro storico di Napoli; le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata; la costiera amalfitana; la Reggia di Caserta e pertinenze; il Parco Nazionale del Cilento,...
Italia

Cosa visitare nella provincia di Bologna

Bologna, capoluogo dell'Emilia-Romagna, è una tra le città più belle e vale veramente la pena andarla a visitare. I periodi migliori per visitare la città sono sicuramente i mesi estivi, infatti durante i tre principali mesi di estate molte sono le...
Italia

Come visitare il Parco Nazionale della Sila

Il mondo è ricco di luoghi meravigliosi e paesaggi mozzafiato che vale la pena di visitare almeno una volta nella propria vita. Tra le tantissime cose che è possibile vedere, un ruolo di primo piano è riservato senza dubbio al Parco Nazionale della...
Italia

10 posti da visitare in Lombardia

Viaggiare è il modo migliore per scoprire, per conoscere, per vedere quello che si trova al di fuori delle mure domestiche. Poter apprendere direttamente dall'esperienza personale è un ottimo modo per imparare, quindi potrebbe essere opportuno scoprire...
Italia

Cosa visitare in Calabria

In questo articolo troverete cosa si potrà visitare, ed anche quali sono le zone più belle in Calabria. La Calabria forma la punta d'Italia, una stupenda regione sicuramente da visitare. Questa piccola splendida penisola nella grande penisola italiana...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Veneto

Il Veneto è una regione ricca di cultura e di storia, tant'è che risulta una delle regioni più visitate d'Italia. Il paesaggio offerti dal luogo in questione è molto vario, e spazia dal mare alla pianura arrivando persino alla montagna. Sparsi lungo...
Italia

Come visitare il castello di Rocca Calascio

In questo articolo vorrei spiegarvi come visitare il castello di Rocca Calascio. Il castello di Rocca Calascio è un castello italiano molto apprezzato dai turisti. Questo castello si trova in Abruzzo, nella provincia di L'Aquila. Questo castello prende...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.