Ferrara: cosa vedere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La splendida città di Ferrara, sulla riva sinistra del Po di Volano, con il suo stile tipicamente rinascimentale racchiude in sé tutti gli splendori e gli sfarzi di quel periodo che la rendono signorile e grandiosa. L'UNESCO le ha conferito il titolo di patrimonio mondiale dell'umanità! Una cittadina dove la vita si svolge ancora a passo d'uomo, così che in piena tranquillità sarà possibile vedere i numerosi quanto interessanti monumenti che nonostante il passare del tempo riescono a destare fascino per il loro stile e la loro magnificenza.

25

Le vie del centro storico

Camminando per le vie del centro storico è possibile ad ogni angolo imbattersi in vere e proprie meraviglie. Il Palazzo Comunale, iniziale dimora degli Este, presenta una facciata dalla tipica architettura medioevale: l'entrata principale chiamata "Volto del Cavallo" è attribuibile all'artista Leon Battista Alberti, sui fianchi sono posizionate due statue raffiguranti il marchese Niccolò III e il duca Borso d'Este. Affascinanti i 9 chilometri di mura della città di Ferrara, praticamente inalterate che permettono ai turisti di sentirsi trasportare indietro nel tempo.

35

Il Castello Estense

Il Castello Estense è il monumento simbolo della città di Ferrara. Fu iniziato nel 1385 sotto commissione di Niccolò II d'Este all'architetto Bartolino da Novara, che iniziò la progettazione pensandolo come una piccola fortezza. Ben presto però questo aspetto difensivo e militare venne messo in secondo piano dalle bellezze rinascimentali. Grandi artisti lavorarono nel corso degli anni per abbellire questa maestosa struttura: Mantegna, Piero della Francesca, R. Van Der Weyden e Pisanello ovvero i maggiori rappresentanti della scuola ferrarese. Questo castello merita una visita molto approfondita, che richiede quindi parecchie ore perché racchiude tutti gli aspetti dell'arte dal quattrocento sino ai nostri giorni.

Continua la lettura
45

Il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea

Per quel che riguarda la storia moderna e contemporanea Ferrara viene sicuramente ricordata perché agli inizi del Novecento riacquistò importanza grazie a pittori metafisici come Carrà, Savino e de Chirico e per gli esordi dell'artista de Pisis. Importanti opere di questo filone artistico possono essere osservate in tutto il loro splendore al Museo d'Arte Moderna e Contemporanea Di Ferrara.

55

La casa di Ludovico Ariosto

Di fronte la cattedrale potrete trovare il palazzo della regione di stile gotico, ricostruito al seguito di un incendio durante la seconda guerra mondiale che lo distrusse quasi completamente. Vicino troverete la biblioteca comunale Ariostea! A questo proposito è possibile visitare la casa di Ludovico Ariosto famoso autore dell'Orlando Furioso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come visitare Il Basso Ferrarese In Emilia Romagna

Se avete deciso di fare un bel viaggetto nel centro Italia ed in particolare nel Basso Ferrarese, la scelta è sicuramente ottima poiché si tratta di una località famosa in tutto il mondo per alcune sue peculiarità come la natura, la presenza del...
Europa

Come visitare Tresigallo a Ferrara

Tresigallo è un comune della provincia di Ferrara in Emilia Romagna la cui fondazione risale al Medioevo. Intorno al 1930 ha subito una vera e propria ricostruzione architettonica con uno stile di tipo razionalista, così come le cosiddette città di...
Europa

Come visitare la Villa d'Este a Cernobbio

Si tratta di uno dei più bei parchi barocchi che ci sono in Europa, parliamo di Villa D'Este a Cernobbio, che fa vivere nella cornice unica della Lombardia Barocca, forse il più alto esempio dell'arte seicentesca, tanto da essere stato votato in numerose...
Consigli di Viaggio

Come organizzare un giro turistico a Reggio Emilia

Reggio Emilia (in origine chiamata Regium Lepidi, in onore del suo fondatore Marco Emilio Lepido), è una bella città dell’Emilia Romagna, poco visitata dai turisti perché, a torto, considerata meno caratteristica di altri comuni più "famosi" della...
Europa

Come visitare Il Parco Regionale Del Delta Del Po

Siete finalmente in vacanza. Ora non vi resta che trovare una località dove trascorrere un po' del vostro tempo in compagnia della vostra famiglia, con degli amici o in completa solitudine con voi stessi. Avete scelto di il parco regionale del delta...
Italia

I monasteri d'Italia

Oltre ad essere una nazione di grande cultura e bellezza l'Italia ha una grande e antica tradizione in sui monasteri, i quali sono presenti in gran numero da Nord a Sud. Da sempre i monasteri hanno suscitato a chiunque il fascino della spiritualità,...
Europa

Come visitare Crevalcore

Crevalcore è una cittadina dell'Emilia Romagna, in provincia di Bologna, immerso nella famosa Pianura Padana. Nelle zone limitrofe ci sono Modena e Ferrara. Diverse sono le ipotesi sulla nascita di questa piccola cittadina che conta circa 15.000 abitanti....
Italia

Castelli d'Italia da visitare

I castelli risalgono a tempi definiti che variano sia dai primi anni dopo Cristo, che fino a qualche secolo fa. Le visite ai castelli sono sin da sempre un ottimo modo per unire il piacere alla conoscenza della storia del nostro meraviglioso bel Paese....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.