Gand: cosa vedere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gand è una piccola città situata nel nord del Belgio che dista dalla capitale Bruxelles circa cinquanta chilometri. Nei secoli passati Gand è stata tra le città più importanti d’Europa. Essa racchiude secoli di arte, cultura e storia che ancora oggi vivono grazie ai documenti e ai numerosi monumenti che animano la vita delle piazze e delle vie cittadine. L’architettura di Gand ha uno stile molto particolare, poiché racchiude influenze tedesche, francesi ed italiane, non rinunciando a un tocco romano con un pizzico di gotico e barocco. Per questo motivo, la città è considerata una meta particolarmente adatta soprattutto per un viaggio di tipo culturale. Nella guida che segue, potrete leggere quindi cosa vedere a Gand.

24

Gand: un po' di storia

Gand è stata protagonista degli avvenimenti storici accaduti tra il ‘500 e l‘800. Nella città di Gand è nato Carlo V, fondatore del Sacro Romano Impero. Egli nasce da Filippo detto "il Bello" d’Asburgo e Giovanna "la Pazza" nel lontano 24 febbraio del 1500. È proprio da Carlo V il Gand, che questa terra prende il nome. Alcuni documenti testimoniano che l'influenza di Carlo V fu fondamentale per lo sviluppo della città. Egli era molto appassionato di arte e in particolare di architettura, per questo motivo Gand è stata valorizzata moltissimo. Le piazze si allargarono, il centro cittadino diventò punto di riferimento per molti commerci e c'era persino più vita che a Bruxelles. In seguito, con episodi politici tormentati, Gand perse un po' del suo splendore ma continua a vivere di un'eredità architettonica e storica di tutto rispetto.

34

Gand: i suoi monumenti

A Gand ci sono numerosi monumenti da visitare. Irrinunciabile una visita a Gravensteen, conosciuto anche con il nome di Castello dei Conti, che risale al 1180. Oggi è la casa di un importante museo che contiene alcuni strumenti di tortura che venivano utilizzati durante il Medioevo. Questa costruzione si trova al centro della piccola cittadina e si affaccia sul fiume Leie. Le due rive del fiume sono chiamate Graslei e Korenlei che significano rispettivamente Riva delle Erbe e Rive del Grano. Su entrambe le rive si trovano antiche abitazioni nelle quali sorsero le prime corporazioni cittadine che contribuirono allo sviluppo del paese. Ai piedi del Castello dei Conti si trova il Patershol, quartiere di Gand oggi cuore della città, grazie alla presenza di numerosi locali costruiti in stile medievale.

Continua la lettura
44

Gand: i posti strategici

L’attuale sede amministrativa si trova nel Palazzo Municipale. Questo a sua volta ospita la Camera della Pace, utilizzata per riunioni significative e la Stanza del Trono, dove oggi sorge un museo. Queste camere sono caratteristiche per il loro stile barocco. Infine, impossibile non ammirare il Ponte di San Michele, famoso per la sua architettura ma anche per il bellissimo panorama che è possibile ammirare. Da qui si vedono tre grandi torri di Gand: la chiesa di San Nicola, il suo campanile e la Cattedrale di San Bavo. Solitamente chi viaggia nelle Fiandre, preferisce attraversare la città di Bruxelles, Gand e Bruges, situate molto vicine tra di loro, cogliendo tutto il panorama belga, sia per ammirarne le bellezze artistiche che naturali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come scoprire Graslei e Korenlei a Gand

Per prima cosa, devi sapere che Gand risulta essere una città fiamminga molto affascinante e che merita un'attenta visita, in quanto nel suo centro storico sono presenti numerosi edifici in tipico stile medievale. Inoltre, la bellezza di questa città...
Europa

Belgio: cosa vedere

L'Europa è piena di cose bellissime da vedere, posti meravigliosi, paesi ancora incontaminati e dalla natura bellissima, e popolazioni ospitali e curiose da conoscere. Il Belgio è uno di questi paesi e oltre ad essere bello è ancora tutt'oggi piuttosto...
Europa

10 cose da vedere in Belgio

Nella guida che svilupepremo a breve, ci concentreremo sul fattore geografico e culturale, spostandoci in Belgio e cercando di farvi percorrere questo relativamente piccolo Stato, dandovi alcuni suggerimenti relativi alle mete e alle cose da visitare....
Europa

Come e cosa vedere a Positano

Se qualche volta vi è venuta voglia di andare a Positano e di non sapere precisamente come fare o cosa voler vedere, questa è la guida che fa per voi! Questa splendida cittadina situata sulla costiera amalfitana è considerata la Montecarlo del nostro...
Europa

Isole Canarie: cosa vedere

Le isole Canarie sono un distaccamento del continente africano. Per il loro clima mite e per le spiagge dorate sono un paradiso. Se soggiornerete nelle Isole Canarie, informatevi su cosa vedere. Nell'approfondire cosa vedere nelle Isole Canarie, scoprirete...
Europa

10 cose da vedere a Madrid

La Spagna è una variopinta nazione mediterranea, da sempre meta indiscussa di viaggi. I turisti da ogni parte del mondo accorrono per vedere gli autentici gioielli di architettura. Infatti, sono numerosissimi i palazzi, le piazze, i musei che adornano...
Europa

Le 10 cose da vedere a Dublino

Dublino è la splendida capitale dell'Irlanda anche detta l'isola di smeraldo, una delle mete preferite dai giovani d'Europa. In questa città che ha dato i natali a Joyce e agli U2 è possibile divertirsi e allo stesso tempo vedere cose molto interessanti....
Europa

Dieci cose da vedere a Varsavia

Hai deciso di andare in vacanza in una delle più belle città Europee, cioè Varsavia, in Polonia? Le cose da vedere a Varsavia, sono tantissime, ma in questo articolo scriverò, le 10 cose che non devi assolutamente perdere, se vai in vacanza, in questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.