Grecia classica: itinerari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Grecia è terra di una bellezza unica, selvaggia dalle nevi dell'Epiro e della Macedonia, all'estesa pianura della Tessaglia e dell'Attica, alle colline bruciate dal sole del Peloponneso. La sua storia e le sue conquiste hanno influenzato il mondo contemporaneo. Gli antichi Greci diedero vita a quella che per primi chiamarono democrazia, fondarono il concetto di cittadinanza, cercarono le Verità attraverso la libera discussione facendo nascere nuovi modi per interrogarsi sull'uomo e sulla natura, diedero allo sport e allo spirito agonistico quell'importante valore sociale che tutt'ora conserva. Gli itinerari nella Grecia classica seguono queste tracce, che vanno da Atene a Delfi, dall'antica Corinto ad Olimpia, da Micene ad Epidauro.

26

Atene

Atene raggiunse il massimo splendore nel periodo classico dell'antica Grecia (V secolo a. C.). Gli edifici di questo periodo si trovano prevalentemente nella parte meridionale della città, mentre in quella settentrionale si trovano soprattutto larghi viali e dimore in stile neoclassico sorte a partire dal 1800 quando re Ottone fece di Atene la nuova capitale della Grecia. L'Acropoli domina il cuore dell'antica Atene. A metà del V secolo a. C. Atene attraversava un periodo di straordinario sviluppo economico e artistico. Molte ricchezze vennero impiegate per abbellire la città e Pericle diede l'avvio alla costruzione del più grande tempio del mondo greco, il Partenone, dedicato ad Atena, protettrice della città. Nel corso dei secoli, questo grandioso monumento è stato più volte riattato, diventando chiesa, moschea e deposito e subendo purtroppo anche ingenti danni. Sull'Acropoli si trovano anche il Tempio di Atena Nike, costruito per commemorare le vittorie degli ateniesi sui persiani e l'Eretteo dedicato ad uno dei mitici re di Atene e famoso per le Cariatidi. In questa zona della città si trovano anche i vecchi quartieri di Monastiràki e la Plàka. Monastiràki era un tempo il centro dell'Atene musulmana; e ancora si possono ammirare le moschee di Fethiye e Tsitaràki. Sono visibili anche le influenze romane: l'Agorà o piazza del mercato che costituì il cuore politico dell'antica Atene a partire dal 600 a. C., la singolare Torre dei Venti che fungeva da stazione meteorologica e orologio idraulico, i resti della Biblioteca di Adriano. La Plàka è la più antica area abitata della città ed è disseminata di piccoli studi di artisti che dipingono ancora le icone usando metodi tradizionali. A nord di Atene si trova il Museo Archeologico Nazionale che contiene nelle collezioni esposte e nei suoi scantinati le migliori opere di arte antica rinvenute in Grecia.

36

Delfi

Una della principali attrazioni della Grecia si trova nella Stereà Ellàda: le rovine dell'oracolo di Delfi. Narra la leggenda che Zeus liberò due aquile agli antipodi della Terra e incredibilmente il loro volo si incrociò sopra il cielo di Delfi, che da allora divenne il fulcro del globo terrestre. Centro religioso e sede di Apollo, dalla fine dell'VIII secolo a. C. A Delfi arrivavano persone da tutto il mondo antico per consultare l'oracolo e chiedere consigli. L'oracolo fu abolito nel 393 a. C. Con la cristianizzazione dell'impero bizantino. I primi scavi a Delfi risalgono al 1892 e portarono alla luce il Tempio di Apollo, il teatro, lo stadio, lungo quasi 200 metri in parte ricavato dalla roccia sopra il santuario principale e con una capienza di 7000 spettatori.

Continua la lettura
46

Peloponneso

Il Peloponneso è un'enorme penisola legata al resto della Grecia continentale dall'istmo di Corinto largo 6 chilometri ed è ricco di siti antichi e medievali. L'antica Corinto era il più grande centro romano in terra greca e fu distrutta da un terremoto. Contava nel periodo di massimo splendore 750.000 abitanti ed era considerata, da San Paolo in testa, una città dissoluta. L'acropoli di Micene fu rinvenuta nel 1874 dall'archeologo Heinrich Schliemann. A Micene la classe dirigente abitava sulla sommità della collina mentre il resto della popolazione viveva all'esterno delle mura dove si trovano anche diverse tombe dalla caratteristica forma a cupola dette tholos (alveare). La più famosa è il Tesoro di Atreo nota anche come Tomba di Agamennone, anche se è impossibile che il leggendario re sia stato sepolto qui perché la costruzione della tomba è anteriore alla presunta morte del re. Il santuario di Epidauro era un grande centro religioso e terapeutico dedicato a Asklepios, dio della medicina. All'interno si trovava anche un teatro progettato da Policleto il Giovane alla fine del VI secolo a. C., noto per la perfetta acustica. Alla confluenza dei fiumi Alfeo e Cladeo sorgeva il santuario di Olimpia centro religioso e sede dei giochi. Secondo la cronologia accettata i Giochi Olimpici iniziarono nel 776 a. C. E terminarono nel 393 a. C. Con l'editto dell'imperatore Teodosio I che proibiva ogni manifestazione dell'antica religione. Il sito sacro, che si chiamava Altis, aveva al suo interno gli edifici di culto: i tre templi - Tempio di Era, di Zeus, di Rea - il grande altare dove si compivano i sacrifici e il tumulo di Pelope. Tutt'intorno furono costruiti gli edifici rispondenti alle esigenze del santuario e allo svolgimento dei giochi (palestre, alloggi).

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

Come travore casa in affitto in Grecia

Per la prossima estate, avete programmato di trascorrere una vacanza con i vostri amici nella splendida Grecia e desiderate travore in affitto un appartamento anziché andare in un lussuoso albergo, poiché siete una famiglia numerosa o le vostre disponibilità...
Europa

Grecia: cosa vedere

State già organizzando le vacanze estive ed avete intenzione di scegliere come meta la Grecia? Non potevate fare una scelta migliore! Fare un viaggio del genere, significa andare alla scoperta di una terra magica e dal fascino senza tempo, vera e propria...
Europa

Come visitare la grecia

Un posto incantevole la Grecia, vediamo insieme un itinerario di come visitare la Grecia, per un breve soggiorno è sufficiente munirsi di una carta di'identità o di un passaporto valido. La Grecia vanta uno dei posti più ricchi di cultura e storia....
Europa

Cosa vedere in Grecia

La Grecia è uno dei posti più visitati al mondo, non solo per il suo territorio ricco di storia, ma anche per le sue bellezze naturali e i suoi numerosi arcipelago. La Grecia confina con la Macedonia, Bulgaria, Turchia e Albania, mentre le sue coste...
Europa

Come aprire una società in Grecia

In questi ultimi tempi, la Grecia offre a chi ha voglia di investire delle buone opportunità di affari. Alcuni settori sono ottimi per fare soldi! Quindi, se disponete di un certo capitale, potreste aprire una società in Grecia! In tale stato, infatti,...
Europa

Grecia: le 10 isole più belle

Le isole della Grecia sono una delle mete preferite per le vacanze estive. I turisti, giunti nelle isole, rimangono incantati nell'ammirare le bellezze naturali, i resti archeologici e gli scorci suggestivi. Inoltre sulle isole c'è vita notturna. Si...
Europa

Le 10 più belle isole della Grecia

La Grecia, si sa, è un arcipelago di bellezza straordinaria, composta da numerosissime isole e isolette, ciascuna con proprie particolarità e soprattutto circondate tutte da un mare meraviglioso, spiagge fantastiche e tanto divertimento, oltre a non...
Europa

10 motivi per trasferirsi in Grecia

Negli ultimi anni la Grecia è stata sotto i riflettori di tutto il mondo per via dei suoi problemi economici. Infatti le notizie riguardanti la lievitazione e il risanamento del suo debito pubblico hanno fatto scalpore nei titoli di ogni testata, sia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.