Guida ai musei di San Pietroburgo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

San Pietroburgo, antica terra degli Zar, fu fondata da Pietro il Grande; egli stesso, considerando la città un ponte tra Oriente e Occidente, la chiamava "finestra sull'Europa". San Pietroburgo racchiude oggi tutte le ricchezze del suo grandioso passato nascosto negli antichi palazzi, nei magnifici monumenti, nelle numerose ville. Questo carillon ricco d'arte e musica ci mostra uno stile raro, un matrimonio tra la modernità europea e le sfarzose decorazioni orientali. I teatri e musei che vale la pena di visitare sono davvero molti e in questa guida ve ne elencheremo alcuni.

24

Hermitage

Uno dei più celebri musei di San Pietroburgo è l'Hermitage; si tratta di cinque differenti blocchi costruiti sulla sponda del fiume Neva, nel centro della città. Questo luogo è una preziosissima testimonianza dell'epoca degli Zar. Fu difatti Caterina la Grande ad ordinarne la costruzione nel 1764, con lo scopo di ospitare nella residenza imperiale tutta la collezione di dipinti occidentali. Questa, ampliatasi nei secoli, è diventata senza dubbio la più ricca al mondo. L'Hermitage, con oltre trecento sale espositive, ospita un'infinità di quadri, stampe, disegni e sculture. Uno dei palazzi più belli è il cosiddetto Palazzo d'Inverno, stupendo edificio barocco.

34

Museo Russo

Un secondo complesso che vale davvero la pena visitare è il Museo Russo; si tratta di un insieme di più edifici, fantastico esempio dell'antica architettura russa. Appartenente al diciannovesimo secolo è il Palazzo Mikhailov: al suo interno sono esposti molti capolavori anche eseguiti nei secoli precedenti alla costruzione, oltre ad alcune delle opere dell'Accademia d'Arte di San Pietroburgo. Un altro dei palazzi del complesso è il Marble Palace, appartenente alla seconda metà del diciottesimo secolo, dove troverete un'esposizione dedicata all'ultimo abitante della residenza, Konstantin Romanov.

Continua la lettura
44

Museo della Marina

Nel 1703 Pietro il Grande fece costruire una grande fortezza con lo scopo di difendere le aree circostanti al fiume Neva. La Fortezza di Pietro e Paolo, ad ora il punto più alto della città, è un fantastico esempio di architettura barocca. Nonostante gli scopi iniziali per cui fu costruita la struttura, questa fu poi utilizzata per seppellire i membri della famiglia imperiale e anche come prigione. Non perdetevi questo spettacolo barocco, e fate un tuffo nel passato, presentandovi davanti alla fortezza a mezzogiorno ove ogni dì, come da rituale, vengono sparati colpi di cannone. Approfittatene poi per visitare il Museo della Marina, costruzione richiesta da Pietro il Grande, luogo che racchiude un numero grandissimo di opere, collezione navale tra le più grandi al mondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

10 cose da fare a San Pietroburgo

San Pietroburgo è una grande metropoli russa che vanta un patrimonio artistico e culturale di tutto rispetto. Come meta turistica, questa città è particolarmente ambita. Le temperature estive raramente superano i 20 gradi centigradi mentre quelle invernali...
Europa

Come visitare l'Hermitage

Il Museo di Stato dell'Hermitage di San Pietroburgo è stato parte della reggia imperiale che ospitò la famiglia degli zar Romanov per tutto il XVIII secolo. L'Hermitage è costituito da vari edifici, tra i quali spiccano il Palazzo d'Inverno, edificio...
Europa

I migliori hotel di San Pietroburgo

La città di San Pietroburgo è una delle più affascinanti mete turistiche della Federazione russa. Oltre ad una ricchissima offerta turistica, qui potrete trovare alcuni tra i migliori hotel del mondo. Nella guida che segue, avrete modo di conoscere...
Europa

Come visitare San Pietroburgo in 3 giorni

Se decidiamo di fare un viaggio in un luogo ricco di storia e di musei, possiamo visitare San Pietroburgo denominata "la Venezia del nord". Per apprezzare tutte le sue meraviglie non basterebbero tre giorni, quindi se abbiamo poco tempo a disposizione,...
Europa

San Pietroburgo: 10 cose da sapere prima di partire

San Pietroburgo è una piacevolissima località dove trascorrere una favolosa vacanza con i vostri amici o con il vostro partner. Se volete ammirare dei bei paesaggi ed assaggiare del buon cibo, accomodatevi! In questa guida vi elenco 10 cose da sapere...
Europa

Come studiare a San Pietroburgo

Studiare nella bellissima città russa di San Pietroburgo potrebbe essere denso in termini di significati, poiché essa rappresenta una scuola a cielo aperto: la propria storia, le sue vicissitudini e la sua meravigliosa arte sono sotto gli occhi di tutti....
Consigli di Viaggio

Come arrivare a San Pietroburgo

San Pietroburgo è una delle città più affascinanti e suggestive dell'Europa del Nord, e fu per molti anni la capitale dello stato russo quando c'erano gli Zar. Infatti, in quell'epoca si arricchì di chiese e monumenti amati oggi dai turisti di tutto...
Europa

Dove e cosa mangiare a San Pietroburgo

Chi ama fare viaggi alla scoperta delle meraviglie del mondo non può certamente fare a meno di visitare San Pietroburgo. Si tratta infatti di una delle città più importanti della Russia ed è ricca di storia,arte e cultura. Oltre a questo però, la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.