Guida all'acquisto di un binocolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il termine "binocolo" deriva dal latino bi-, due, e oculus, ossia occhio. Questo straordinario strumento ottico sfrutta la visione binoculare umana e consente, infatti, la possibilità di ingrandire soggetti distanti che ad occhio nudo non potremmo mai vedere. Sfruttando il passaggio della luce, ripresa poi dalle lenti obiettive, raddrizzata tramite i prismi, ed infine proiettata dagli oculari del binocolo, le immagini possono essere viste con ambedue gli occhi simultaneamente. Anche se si tratta di uno strumento apparentemente molto semplice, bisogna considerare numerosi aspetti prima di procedere con la compera di questo oggetto. Ecco, quindi, una semplice guida all'acquisto di un binocolo.

24

Il primo passo per procedere all'acquisto di un binocolo, è capire il significato dei numeri presenti sullo strumento. Solitamente infatti si utilizzando due numeri, come ad esempio, 8x42 oppure 10x50. Il primo numerino sta ad indicare la potenza del binocolo, ossia, il fattore d'ingrandimento. Procediamo con un esempio: un binocolo 8x42 farà si che gli oggetti in lontananza appaiano 8 volte più vicini della realtà, così come un binocolo 10x50 farà sembrare gli oggetti 10 volte più vicini. Il diametro delle lenti obiettivo, cioè le lenti principali, è indicato dal secondo numero presente sullo strumento ed è espresso in millimetri. Difatti, un binocolo 8x42 avrà delle lenti obiettivo con un diametro di 42 millimetri, mentre un binocolo 10x50 avrà lenti obiettivo con un diametro di 50 millimetri. Ebbene, questi due numerini ci consentono di ottenere il valore della "pupilla di uscita", ossia il diametro del fascio di luce che raggiunge l'occhio. Per calcolarlo, basta dividere il secondo numero per il primo. Il risultato è ovviamente espresso in millimetri. Maggiore è l'ingrandimento, meno luminosa è l'immagine. Tuttavia, maggiore è il diametro delle lenti, più luce queste riusciranno a catturare. Questa condizione è fondamentale nel caso in cui ci si trovi in condizioni di scarsa luce. Ovviamente, maggiore è la "pupilla di uscita", maggiore sarà la luce che arriverà all'occhio umano. Si dovrà quindi optare per un valore della "pupilla di uscita" che coincida con la dilatazione della propria pupilla.

34

Il secondo passo per procedere all'acquisto di un binocolo consiste nel considerare le lenti del binocolo. Solitamente questi strumenti hanno lenti di plastica oppure di vetro. Quest'ultime, ovviamente, hanno un costo maggiore rispetto a quelle in plastica in quanto forniscono immagini di qualità nettamente superiore. Tuttavia il vetro riflette parte della luce che giunge sulla sua superficie, ma questo fenomeno viene attenuato con un idoneo trattamento antiriflesso. Esistono diversi trattamenti che corrispondono a dei codici diversi. Ad esempio "C" significa che solo alcune superfici delle lenti sono state ricoperte con un solo strato antiriflesso. Con la sigla "FC", invece, vuol dire che tutte le lenti sono state adeguatamente rivestite. Con "MC" significa che soltanto alcune superfici delle lenti sono state rivestite con più strati, con "FMC" invece tutte. Ovviamente i trattamenti con più strati risultano di qualità superiore, ma hanno anche un costo maggiore. Le lenti in plastica, invece, forniscono solitamente immagini di qualità inferiore ma risultano più resistenti. I binocoli con queste lenti, infatti, sono consigliate a chi pratica sport estremi.

Continua la lettura
44

Il terzo ed ultimo passo per procedere all'acquisto di un binocolo è quello di valutare gli oculari e la disposizione dei prismi. Le lenti dell'oculare devono essere ad una distanza agevole per gli occhi. Se si utilizzano gli occhiali la distanza deve essere ancora maggiore. Questa distanza si chiama "estensione del campo visivo posteriore dell'oculare": varia solitamente tra i 5 ed i 20 millimetri. Se si portano gli occhiali, si dovrà optare per un binocolo che ha una distanza di 14-15 millimetri o superiore. Per quanto concerne i prismi, la maggior parte dei binocoli in vendita ha le lenti obiettivo più distanti tra di loro rispetto agli oculari. Tutto ciò dipende dal fatto che questi strumenti utilizzano i prismi di "Porro". Questi danno maggior tridimensionalità agli oggetti più vicini, ma allo stesso tempo rendono i binocoli più grandi. In alternativa ci sono i binocoli che utilizzando i prismi a "tetto" che dispongono, invece, di lenti obiettivo in linea con gli oculari. In questi casi la qualità delle immagini diminuisce, mentre le dimensioni del binocolo risultano più compatte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

5 consigli per l’acquisto di un set di valigie

Quante volte, in occasione di una partenza o di un viaggio all'estero, vi ripromettete di acquistare un set di valigie perché non avete mai la borsa adatta? Capiente, rigida, morbida, con rotelle, senza rotelle, con tracolla, piccola ma non troppo: è...
Consigli di Viaggio

Svizzera: guida ai migliori parchi naturali

Se desiderate passare una vacanza all'insegna della riscoperta della natura e dell'aria aperta, la Svizzera è il posto che fa per voi. Con i suoi laghi incontaminati e i suoi piccoli ruscelli, questa piccola Nazione vi sorprenderà in modo positivo....
Consigli di Viaggio

Guida alle cose da portare in spiaggia

Quando si parte per le meravigliose vacanze con destinazione mare oppure semplicemente quando si decide di trascorrere una lunga giornata al mare, sarà necessario essere attrezzati ed organizzati per non dimenticare gli occorrenti fondamentali. Cosi...
Consigli di Viaggio

Come Scegliere La Guida Turistica

Oggi si ha la possibilità di poter scegliere la guida turistica tra le innumerevoli guide specializzate, aggiornate e complete, presenti sul mercato. Ogni viaggiatore optare per la guida più consona alle sue esigenze, anche se è consigliabile avere...
Consigli di Viaggio

Belgio: guida ai migliori parchi naturali

Il territorio del Belgio si determina principalmente con tre zone. Nell'area sud occidentale si trovano le terre pianeggianti delle Fiandre. A sud est si estendono le Ardenne, colline ricche di boschi. Mentre al centro si amplia una larga pianura. I caratteri...
Consigli di Viaggio

Guida all'Osservatorio Astronomico di Torino

La guida che state per leggere si occuperà dell'osservatorio astronomico di Torino, conosciuto anche come Pino Torinese. Quest'osservatorio esiste già dal 1759, ed è uno dei più antichi a livello mondiale. Per tutti gli appassionati di fisica e di...
Consigli di Viaggio

Stati Uniti: guida ai laghi più belli

Gli Stati Uniti sono ricchi di natura, dalle montagne alle lunghe distese di verde, fino ai numerosi laghi sparsi per i vari stati. Tra i vari laghi ce ne sono alcuni che sono veramente molto belli da visitare e che una volta che ci si trova negli Stati...
Consigli di Viaggio

Guida al Museo Civico di arte antica di Torino

La guida di oggi ci accompagnerà alla scoperta del Museo Civico di arte antica di Torino. Questa incantevole città è ricca di bellezze architettoniche. Ed offre anche dei siti atti all'accoglienza di mostre e rappresentazioni culturali. Il Museo Civico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.