Guida alle Isole Bermuda

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le isole Bermuda fanno parte di un arcipelago, composto da ben 360 isole, situato nell'Oceano Atlantico, dipendente dalla Corona Britannica e con capitale Hamilton. Con una superficie di 50-60 km², e una popolazione di quasi 70.000 abitanti, le isole Bermuda attirano ogni anno moltissimi visitatori grazie alla presenza di un clima temperato e alla bellissima barriera corallina. Con la seguente guida vi daremo delle indicazioni su questo vero e proprio paradiso terrestre le Isole Bermuda: in particolare vedremo quali sono i luoghi di maggiore interesse e in che modo raggiungerli e visitarli.

25

Conoscere il cibo

Cominciamo subito col darvi alcune informazioni pratiche relative al cibo: la zuppa di pesce è sicuramente uno dei piatti più importanti del posto, seguita dalle crocchette di merluzzo. Famose sono anche le frittelle di farina di mais con riso e piselli. Il liquore nazionale delle Bermuda è il Black Seal Rum, che solitamente, però, soprattutto i turisti preferisco berlo con un po' di ghiaccio, mentre gli abitanti sono soliti allungarlo con delle bevande gassate.

35

Visitare le spiagge

Oltre alle meravigliose spiagge, alle Bermuda si possono fare anche delle bellissime escursioni e delle lunghe passeggiate. Per tutti coloro che amano il birdwatching è d'obbligo andare alla Nonesuch Island. Una delle spiagge più belle è in assoluto è la spiaggia di South Shore Park. Per tutti coloro che amano praticare dello sport anche durante le vacanze, è bene sapere che si possono trovare molti campi da tennis e da golf. Per quanto riguarda il trasporto pubblico si trovano tranquillamente i taxi, gli autobus e i traghetti; in alternativa, per chi volesse muoversi più in autonomia è possibile noleggiare biciclette e motorini. Per coloro che amano passare le vacanze in un luogo dove il mare è splendido e desiderano ammirare le suggestive barriere coralline in pieno relax e immerso nella natura, questa meta è sicuramente indicata.

Continua la lettura
45

Conoscere le tradizioni

Questo arcipelago prese il nome da colui che lo avvistò: Juan de Bermùdez, nel 1503 circa.
Successivamente, nel 1906, le isole presero il nome di Isole Somers, poiché furono colonizzate dai naufraghi della Sea Venture. Questo nome fu dato in onore dell'ammiraglio George Somers. La lingua principalmente parlata in loco è l'inglese, seguito dal portoghese. Gli abitanti sono per lo più di religione protestante e soltanto una piccola percentuale è cattolica. Essendo un territorio molto fertile, queste isole sono particolarmente favorevoli alla coltivazione di ortaggi e frutta (patate, pomodori. Cipolle, agrumi, caffè). Inoltre la pesca è una delle principali attività e l'economia si basa principalmente sul turismo. Vivono di esportazioni verso gli Stati Uniti di fiori, bulbi ed essenze. Consistenti sono invece le importazioni di carne.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

America del Nord e Centrale

Come muoversi alle Isole Vergini Britanniche

Stai organizzando una vacanza, nelle splendide Isole Vergini Britanniche e vorresti qualche informazione, su come poterti muovere, arrivato a destinazione? In questo articolo, ti scrivo le cose più importanti che devi sapere per visitare questo stupendo...
America del Nord e Centrale

Cosa vedere alle Isole Vergini Britanniche

Le isole Vergini Britanniche sono situate nel Mar delle Antille. Sono formate da 40 isole di cui, pensate, solo 15 sono abitate: questo le rende perfette come meta vacanziera per chi vuole vedere la natura incontaminata. Sperduti nel Mar delle Antille...
America del Nord e Centrale

Cosa vedere alle Isole Vergini Americane

Le Isole Vergini Americane fanno parte del territorio delle Piccole Antille. Sono costituite dalla bellezza di 53 isole, che si dividono in 'maggiori' e 'minori'. Non nel senso di importanza, ma perché alcune sono morfologicamente più grandi e concentrano...
America del Nord e Centrale

Come visitare Le Isole Samoa

Le isole Samoa, in Oceania, meta annuale di molti turisti ed amanti della natura. Samoa è uno stato dell' Oceania, si trova nell'Oceano Pacifico ed è formato da un gruppo di isole di cui due sono le più importanti:SAVAII ed UPOLU mentre la capitale...
America del Nord e Centrale

Guida alle migliori spiagge della California

È il sogno proibito di almeno un italiano su tre: un viaggio nella celeberrima California, dove è quasi sempre estate, il mare è perfetto per surfisti e non, e dove ragazze bellissime passeggiano sugli interminabili chilometri di spiagge larghissime....
America del Nord e Centrale

Mini guida di viaggio a Ciego de Ávila

La maggior parte dei turisti che sceglie Cuba come meta per le vacanze lo fa principalmente perché desidera godere di spiagge assolate e mare cristallino, oppure per visitare l'affascinante capitale L'Avana. Cuba però è anche un'isola ricca di storia...
America del Nord e Centrale

Guida alle migliori spiagge di Cuba

Cuba è un'arcipelago che si trova tra il mar dei Caraibi, il golfo del Messico e l'Oceano Atlantico e comprende 4200 isole. Il territorio offre un'ampia varietà di paesaggi marini, dalla costiera alta con dirupi, a quella rocciosa e soprattutto una...
America del Nord e Centrale

Mini guida di viaggio a Cayuga

Alzi la mano chi di voi non ha mai sognato di fare un bel viaggio in America! Chi ha avuto la fortuna di mettere il piede e il naso in terra americana, è solo da invidiare! Ma ovviamente c'è tempo per tutti! L'America è una terra dalle mille sorprese,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.