Guida: tour delle Marche in 7 giorni

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Le Marche uniscono il fascino di paesaggi montani e collinari alla brezza marittima che si respira lungo la costa. Con i suoi borghi storici, le sue mete balneari e le città d'arte, dove fiorisce anche un'effervescente vita notturna, questa regione è ormai meta di turisti da tutta l'Italia e l'Europa. In questa guida ti dirò come organizzare un fantastico tour delle Marche in 7 giorni, in modo che tu possa vedere i suoi punti più belli.

29

Occorrente

  • Mappa
  • Gps
  • Guida
39

Pesaro

Partendo dalla punta nord della costa, la prima città che incontrerai è Pesaro, dedicagli un giorno; la città unisce il fascino di monumenti storici alla modernità di una città al passo coi tempi, con una spiaggia dotata di ogni comfort e un centro ricco di negozi e locali. Non perderti una visita alla Cattedrale di Santa Maria Assunta e fai una sosta a Palazzo Ducale, che di notte si illumina dando vita ad uno spettacolo di luci e colore. Per la cena, fermati a Piazza del Popolo.

49

Fano e Senigallia

Il secondo giorno comincia a percorrere la costa verso sud e fai una breve sosta a Fano, oltre alle celebri spiagge di Torrette o di Marotta, il paese merita una vista per i suoi scorsi antichi. Non perderti il Palazzo della Regione e il Duomo, che presenta una facciata in pietra antica che richiama vagamente lo stile francescano.
È il momento di proseguire verso Senigallia, splendida città che custodisce tesori artistici degni di nota come la casa natale di Pio IX o la Rocca Roveresca. Non può mancare una passeggiata sotto i portici Ercolani,
.

Continua la lettura
59

Ancona

Il capoluogo delle Marche merita due giorni di sosta, utili per vivere a pieno la città. Una giornata può essere dedicata ad un tour culturale, con la visita delle chiese più importanti come il Duomo, la chiesa di Santa Maria della Piazza e la Chiesa del Santissimo Nome di Gesù. Proseguite poi verso il palazzo del senato, il palazzo degli anziani e il palazzo del governo, e terminate la visita nei pressi di Porta Pia.
La sera, concedetevi una tipica cena marchigiana in una delle trattorie tipiche regionali, sparse per tutta la città ma soprattutto in zona centro storico. Il secondo giorno ti consiglio una passeggiata lungo il porto, sali poi sul Lazzaretto per goderti la vista della città, fai una sosta in piazza del Plebiscito e fermati a contemplare l'arco di Traiano. Per un salto nella storia, fai una sosta anche al monumento per i caduti della prima guerra mondiale, in piazza IV Novembre.

69

Civitanova Marche e Benedetto del Tronto

Il quinto giorno punta ancora verso sud in direzione San Benedetto del Tronto, ma prima fermati a Civitanova Marche. Questa cittadina, oltre ad essere una tipica località di mare, vanta una tradizione storica secolare di cui tutt'ora vi è traccia nei monumenti e negli edifici. Non serve una visita accurata, basta una passeggiata in centro per respirare la vera aria locale e andare via col sorriso. Arrivo a San Benedetto del Tronto, ti consiglio di salire sulla Torre dei Gualtieri, costruzione simbolo della città dalla quale si può godere di una vista spettacolare. La passione e le tradizioni marittime sono ben visibili nelle architetture cittadine, come dimostrano sia il monumento al pescatore che quello ai gabbiani, situata la prima sul lungo mare e la seconda accanto al molo sud, a ricordare la grande tradizioni di pescatori della città.

79

Ascoli Piceno

A questo punto ti consiglio di visitare un po' l'entroterra marchigiano, cominciando da Ascoli Piceno, che merita un giorno di visita. Per dominare la città sali all'Eremo di San Marco, che si erge su una collinetta che domina il paesaggio sottostante. Fermati assolutamente alla Chiesa di San Francesco e alla Cattedrale di Sant'Emidio; altra tappa fondamentale è il Palazzo dei Capitani del Popolo, uno degli edifici più antichi del paese e maggiormente rappresentativi. Non risparmiare anche una sosta al Battistero.

89

Macerata

Come ultimo giorno di questo tour non può mancare una visita a Macerata. Se vuoi visitare le chiese cittadine, comincia dal Duomo e poi continua con la chiesa di San Filippo per poi terminare con la Basilica della Misericordia. Prosegui poi per Piazza della Libertà dove potrai ammirare la Torre Civica, uno dei simboli della città, e l'Orologio dei Mercanti. Molto noto è anche lo storico teatro Lauro Rossi, così come il Palazzo Compagnoni, adesso palazzo residenziale che vanta però origini antiche.
Concludi la giornata cenando in un locale tipico del centro storico, non te ne pentirai!

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegli bene il periodo dell'anno per visitare la regione, a seconda di ciò che preferisci fare. Privilegia la primavera o l'autunno se preferisci visitare tutti i luoghi con più tranquillità, ma controlla il calendario degli eventi regionali se qualcosa ti interessa particolarmente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Guida: tour della Campania in 7 giorni

La Campania è una regione dell'Italia meridionale che si affaccia direttamente sul mar Tirreno e si estende dalla foce del Garigliano fino al Golfo di Policastro. Il paesaggio mediterraneo, la ricchezza storica ed artistica di questa terra vi daranno...
Italia

Guida: Tour del Trentino Alto Adige in 7 giorni

Se stai pensando alle tue prossime vacanze e hai in mente una destinazione rilassante, magari a stretto contatto con la natura, il Trentino Alto Adige fa sicuramente al caso tuo. Il Trentino è infatti la meta ideale per una settimana all'insegna del...
Italia

Guida: tour del Lazio in 7 giorni

Il Lazio è una delle regione più affascinanti in Italia, grazie alla sua grande storia e alle bellezze naturali, cha spaziano delle colline fino alle zone costiere. Girare la regione non è difficile, basta soltanto un po' di organizzazione e il gioco...
Italia

Guida: tour della Toscana in 7 giorni

Se dovessi stilare una classifica delle regioni più belle d’Italia non avrei esitazione a collocare la Toscana sul podio. Paesaggi stupendi e arte a cielo aperto, borghi incantati e percorsi enogastronomici fanno infatti di questa regione una delle...
Italia

Guida: tour della Calabria in 7 giorni

Punta dello stivale all'estremo sud della penisola, la Calabria ha il fascino polivalente di una terra dai mille volti.Divisa tra lo Ionio e il Tirreno, la Calabria attrae soprattutto i viaggiatori alla ricerca di uno dei più bei mari del Paese, grazie...
Italia

Come fare un tour della Sicilia in 7 giorni

Gli esperti del settore stimano per il 2018 un aumento del 20% del turismo in Sicilia che è già stato, peraltro, abbondantemente confermato dal boom di presenze registrato nelle scorse vacanze pasquali. Del resto non è difficile comprenderne le ragioni:...
Italia

Guida: tour dell'Italia in 10 giorni

Negli ultimi anni, gli italiani hanno preferito trascorrere le proprie vacanze, che siano estive o invernali, in località estere, tralasciando le numerose attrattive e i bellissimi paesaggi del nostro Belpaese. Pur con tutti i suoi problemi, l'Italia...
Italia

7 cose da non perdere nelle Marche

Tra le più belle regioni d'Italia non possiamo non annoverare le Marche, terra ricca di storia, di paradisi naturali e soprattutto di mare. In questa regione vi sono infatti alcune tra le più belle spiagge d'Italia, nonché borghi e piazze incantevoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.