Guinea Bissau: usi e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Una delle più piccole nazioni dell' Africa occidentale è la Guinea Bissau, la cui capitale è Bissau. In origine il nome era "Guinea", successivamente però fu aggiunto il nome della capitale per non confondere lo stato con quello della Guinea confinante. Nel territorio sono presenti diverse etnie, ognuna con caratteristiche sue proprie. Scopriamo insieme gli usi e i costumi di questi popoli.

26

Occorrente

  • bagaglio con lo stretto necessario e tanta voglia di avventura
36

Le etnie

Le etnie della Guinea Bissau sono classificate in 5 grandi gruppi, ciascuno dei quali raggruppa almeno altri 2 sottogruppi. Le etnie più importanti sono i Fula, i Balanti, i Malinca, i Mandingo e i Pepel. Ognuna di loro si caratterizza dalle altre per qualche usanza.

46

Festival e musica

Uno dei gruppi musicali più conosciuti della Guinea Bissau sono i Manecas Costa. Sono sei musicisti, ormai famosi in molti festival europei, per essere riusciti a coniugare la musica tradizionale del loro paese con le tendenze moderne. La Guinea Bissau presenta eccellenze, nel suo genere, anche nella danza, la quale ha subito molteplici e diversi influssi nel corso dei secoli. I ritmi più tradizionali come la brosca e il gumbè vengono ormai utilizzati soprattutto durante le ricorrenze importatnti dell'anno, come il momento del raccolto, o durante le ricorrenze solenni e religiose. Le danze vengono accompagnate da strumenti simili all'arpa (la kora) e simili allo xilofono (il balafan).

Continua la lettura
56

Il carnevale

Uno degli eventi più importanti della capitale Bissau è il suo carnevale. In quella occasione si svolge un grande concorso al quale tutti i distretti partecipano preparando una maschera gigante che racchiude tutti i loro usi, costumi e tradizioni. La festa dura per giorni e fino a tarda notte risuonano tamburi, canzoni e danze. Le maschere e i carri restano segreti fino al giorno della festa, momento in cui vengono finalmente svelate a tutti. Sono delle vere e proprie opere d'arte che rivelano una profonda cultura e antiche tradizioni.

66

I gruppi principali

I Fula o Fulani sono un popolo senza fissa dimora che trae il suo sostentamento dall'allevamento e dalla vendita del bestiame. Se si presenta la necessità, tuttavia, sono pronti a dedicarsi anche ad altri mestieri.
I Balanti, il gruppo più numeroso, sono definiti "ladri" per la loro usanza di rubare un bue per dimostrare alla futura sposa il loro coraggio. Oltre a questa specialità si dedicano soprattutto alla coltivazione di anacardi da cui estraggono una bevanda di guaranà.
Con il termine Malinka ci si riferisce a un popolo di guerrieri. I Malinka sono considerati degli stregoni come conseguenza della loro abitudine di spostarsi, di capanna in capanna dei villaggi e con il corpo ricoperto di foglie e fango, a predire eventi futuri alle madri e ai loro familiari, generando divertimento e preoccupazione.
I Pepel, invece, sono grandi consumatori di carne di cane, di scimmia e di tartaruga. Tutte pietanze che consumano rigorosamente accompagnate dal riso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

Guinea Equatoriale: usi e costumi

La Guinea Equatoriale è uno Stato africano non molto noto ma in cui abbiamo veramente una varietà numerosa di usi e costumi grazie alle differenti culture che la abitano, popolazioni originari dei territori dell’Africa Sub-Sahariana Occidentale. La...
Africa

Bissau: cosa vedere

Bissau è la capitale della Guinea-Bissau. Tale Stato si trova nell'Africa Occidentale. È una delle nazioni più piccole del continente africano. La Guinea-Bissau confina a nord con il Senegal mentre a sud con la Guinea. La sua parte costiera si affaccia...
Africa

Gabon: usi e costumi

La Repubblica Gabonese, più comunemente chiamata Gabon, è uno Stato dell'Africa centrale attraversato dall'equatore. Confina con il Camerun, la Repubblica del Congo, la Guinea Equatoriale ed il Golfo di Guinea che la collega all'Oceano Atlantico. È...
Africa

Kenya: usi e costumi

Il Kenya si trova nella parte orientale dell'Africa e confina con l'Uganda, la Tanzania, la Somalia e infine con l'Etiopia. Il centro del Kenya viene costituito da un altopiano, diviso dalla fossa tettonica della Great Rift Valley. La Great Rift Valley...
Africa

Somalia: usi e costumi

La Somalia è uno degli Stati africani ubicati nella zona orientale, detta "Corno d'Africa" ed è una Repubblica Federale.Il nome attuale di Somalia le fu dato dall'esploratore italiano Luigi Robecchi Bricchetti, che fu il primo europeo a visitare i vasti...
Africa

Tunisia: usi e costumi

La Tunisia è una delle mete turistiche più gettonate. Il suo grande successo è sicuramente dettato dalle numerose bellezze naturali ed culturali che questa terra riesce ad offrire sia ai suoi abitanti che ai turisti. Risulta essere lo stato più piccolo...
Africa

Etiopia: usi e costumi

L'Etiopia è il più antico Paese indipendente dell'Africa. E’ situtato nel corno d’Africa, non ha sbocco sul mare, e confina con Eritrea, Gibuti, Somalia, Kenya, Sudan e Sudan del Sud. La capitale, Addis Abeba, ospita un terzo dell’intera poplazione...
Africa

Madagascar: usi e costumi

Il Madagascar è la più grande isola del mondo. Se provate a controllare su una carta geografica, potrete notare quante volte riuscirebbe ad entrarci l'Italia! Ci abitano 16 milioni di persone, divise in circa 18 etnie. Il Madagascar fa parte dell'Africa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.