I musei di Salerno da non perdere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Salerno è una delle più belle città della Campania. Sorge nella parte interna del Golfo omonimo e ha alle spalle una storia molto antica. Fondata dai romani, dopo la caduta dell'Impero venne esposta per secoli a parecchie invasioni. Queste incursioni lasciarono numerosi resti e segni del passaggio. La città oggi espone musei di ogni genere, dove vengono conservati reperti di quell'epoca. Ma anche del periodo più moderno. Un motivo valido per chi ha intenzione di recarsi a Salerno è di visitare i suoi interessanti musei. Nella seguente lista indico i musei di Salerno da non perdere.

26

Museo Diocesano San Matteo di Salerno

Il primo dei musei da non perdere a Salerno è quello Diocesano San Matteo. In passato il museo si trovava in un'altra sede. Mentre, oggi si trova nell'edificio del Seminario Diocesano. La costruzione è neoclassica e lo stile viene evidenziato sopratutto per i particolari posti all'esterno. Il museo espone opere d'arte risalenti al Medioevo fino al XX secolo. Le raccolte più importanti che si possono visionare sono: gli avori salernitani, il rotolo miniato dell'Exultet, la Croce dipinta e la Croce lignea. È possibile recarsi al museo tutti i giorni dalle ore nove alle tredici e dalle quindici alle diciannove. Tranne il mercoledì.

36

Museo Archeologico Provinciale di Salerno

Un altro museo da non perdere a Salerno è quello Archeologico Provinciale. Il museo si trova nella sede Provinciale di Salerno. Quando si arriva al museo, la prima aerea da visitare è un giardino. Questa espone reperti risalenti all'epoca romana. Mentre, l'interno della struttura si divide in diverse zone. Al pian terreno vengono conservati ritrovamenti della Preistoria e all'epoca romana. Infine, al primo piano vengono tenuti reperti etrusco campano sannita di Fratte. Gli orari di apertura del museo sono da martedì a Domenica dalle ore nove alle diciannove e trenta.

Continua la lettura
46

Museo Roberto Papi

Il museo Roberto Papi è un altro sito da non perdere quando si visita Salerno. Questo museo raccoglie una collezione di attrezzature della medicina che risalgono alla fine del 1700 al 1900. La struttura è composta da due piani, in cui si possono visionare molte aree telematiche e strumentazioni mediche di ogni tipo. Il museo si trova vicino al Duomo in Via Trotula de Ruggiero. È aperto la mattina e il pomeriggio dal giovedì al sabato. Invece la domenica resta aperto solo la mattina.

56

Museo dello Sbarco e Salerno Capitale

Un altro museo di Salerno da non perdere è quello dello sbarco a Salerno Capitale. Il sito si trova presso l'istituto Gallotta in via Generale Mark Wayne Chark, 5. Il museo raccoglie testimonianze storiche inerenti allo sbarco nel golfo di Salerno avvenuto nel 1943.

66

Museo della Ceramica Alfonso Tafuri

L'ultimo dei musei di Salerno da non perdere è quello della Ceramica Alfonso Tarfuri. Il museo espone una collezione di mattonelle dipinte a mano. Queste risalgono al Settecento napoletano e l'Ottocento vietrese. Inoltre, vengono messi in mostra altri pezzi che comprendono utensili e ceramiche vietrese del XIII secolo. Il sito si può visitare il martedì, giovedì e il sabato dalle ore dieci alle dodici e trenta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Dove e cosa mangiare a Salerno

Salerno è una città della Campania, vivibile, pulita e possiede un passato molto affascinante raccontato attraverso le rovine e i musei. La sua fama è la conoscono in tutto il mondo da quando divenne la capitale del Principato longobardo sotto Arechi...
Italia

Le 5 chiese più belle di Salerno

Salerno, città magnifica incastonata nella splendida Campania che spesso viene messa in secondo piano rispetto alle vicine Napoli e Caserta (molto più conosciute per il loro patrimonio culinario e storico), è invece una piccola perla sulla coda della...
Italia

Guida ai più importanti musei della Sicilia

La Sicilia, una delle isole più belle del Mediterraneo, possiede un vastissimo patrimonio storico, artistico e culturale. L’ottima posizione geografica ha fatto sì che numerose civiltà e culture si siano insediate e susseguite in questa terra. La...
Italia

Guida ai più importanti musei di Palermo

Palermo, capoluogo della Sicilia, venne fondata dai Fenici nel lontano 734 a. C. Conquistata dai Romani e poi dai Bizantini, nel IX secolo conobbe la dominazione musulmana Nord africana. Seguirono i Normanni (fino al XII secolo) ed infine gli Spagnoli....
Italia

Guida ai più importanti musei di Firenze

Firenze, considerata da tutti la Capitale mondiale dell'arte, questo per via sia delle numerose opere d'arte che adornano la città, sia per la grande presenza di Musei su questo territorio. Se ne possono contare ben 70, dislocati in vari punti della...
Italia

Guida ai migliori musei di Torino

Torino è una delle città più belle d'Italia che vanta uno dei migliori poli industriali. Dinamica ed immersa nel verde, possiede numerose forze di attrazioni turistiche. Tale territorio, ha tutte le caratteristiche di una grande città ma sembra un...
Italia

Guida ai musei della città di Firenze

Nella seguente pratica e specifica guida, che andremo a descrivervi perfettamente nei passaggi seguenti, vi daremo diverse utili informazioni molto semplici, sui musei più frequentati ed importanti di Firenze. Essi hanno un potere magico di riportarvi...
Italia

I musei più belli di Firenze

Firenze è la culla del Rinascimento, regala a tutti i suoi visitatori un assaggio di arte e cultura ad ogni angolo di strada. Chiese e palazzi meravigliosi che non possono lasciare indifferenti nemmeno il più distratto dei turisti.Se vi siete decisi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.