I più bei castelli da visitare nel Canavese

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni castello nel Canavese vanta di una sua storia e merita di essere visto. Già osservandoli da lontano si ci accorge di quanto mistero li avvolga. I primi castelli risalgono all'alto Medioevo, dove vissero molti casati nobiliari. Oggi questi fanno parte di un circuito imponente dove ancora oggi all'interno vengono conservate storia e musei. Da considerare certamente opere magnifiche. Contribuiscono ad arricchire il Canavese. In questa guida vi racconto dei più bei castelli da visitare nel Canavese.

26

Occorrente

  • Itinerario
36

Numerosi castelli

Il Canavese si trova nel territorio piemontese. È un territorio che vanta di numerosi castelli e dimore. I castelli sono certamente i luoghi più belli e suggestivi da visitare. Tra tutti i castelli del Canavese, che meritano una visita in questa zona, non può mancare il Castello di Ivrea. Conosciuto anche come "Il Castello delle quattro Torri". La costruzione del complesso inizia nel 1358 a scopo di difesa. A livello architettonico, si tratta di un'imponente castello quadrangolare che vanta quattro torri cilindriche, di cui una anticamente adibita a polveriera. Dopo l'esplosione nel 1676 a causa di un fulmine, tale torre non viene mai ricostruita e si presenta oggi mozza, con una copertura conica in ardesia. Inoltre bisogna anche ricordare, che Ivrea viene celebrata anche nell'opera di Carducci "Piemonte", nella quale viene definita "Ivrea la bella".

46

Le colline moreniche

Alzando gli occhi al cielo verso le colline moreniche, è possibile ammirare il Castello di Masino. Dall'immenso valore storico, il castello subisce nel corso dei secoli varie distruzioni, che tuttavia lo restituiscono a noi come una splendida dimora storica. Dalle mura possenti e preziose, all'interno del castello si respira ancora oggi l'atmosfera elegante e cavalleresca indubbiamente eredità delle famiglie che lo hanno abitato. Di proprietà del Fondo italiano per l'ambiente, fuori dal castello è presente un enorme e lussureggiante giardino. Nel dettaglio, si tratta di un'area molto vasta, che oltre a circondare la rocca, costeggia un sentiero di boschetti che arriva sino alla località di Strambino.

Continua la lettura
56

Castello di Mazzè

Per quanto riguarda Castello di Mazzè, si tratta di una dimora storica collocata a 37 km a nord da Torino. Attualmente viene ritenuta residenza museale. Dove vengono di recente riportati in vita al suo interno affreschi e volte ammirabili in tutto il loro splendore. Oltre alla possibilità di visitare iluseo di carrozze settecentesche, il castello apre le porte agli sposi, i quali potranno decidere di festeggiare la loro favola in un'atmosfera calda ed inconfondibile. Molto suggestivi sono infatti le sale del Castello in cui aleggiano ancora oggi miti e leggende del passato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visitare i musei elencati

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

I più bei castelli della Sicilia

La Sicilia è l'isola italiana più grande, nonché una delle perle del Mediterraneo. Nove sono le province che la compongono (Palermo, Messina, Catania, Siracusa, Ragusa, Enna, Agrigento, Caltanissetta, Trapani), anche se da Marzo 2014 si parla di solo...
Italia

I più bei castelli della Puglia

La puglia è una regione meravigliosa e quanto mai ricca di varietà. Tra le tante cose che non possono essere perse durante un soggiorno in questi magici luoghi, vi sono sicuramente i castelli. A seconda di dove vi troviate, potrete cercarne uno facilmente...
Italia

Castelli d'Italia da visitare

I castelli risalgono a tempi definiti che variano sia dai primi anni dopo Cristo, che fino a qualche secolo fa. Le visite ai castelli sono sin da sempre un ottimo modo per unire il piacere alla conoscenza della storia del nostro meraviglioso bel Paese....
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Lombardia

La Lombardia è una stupenda regione: oltre ad essere la più popolata d'Italia, è ricca di luoghi magnifici da vistare. Circa la metà del suo territorio è composto da pianura e sono presenti numerosi laghi nella regione. La Lombardia è anche ricca...
Italia

I più bei borghi medievali da visitare in Veneto

Il Veneto è una regione ricca di cultura e di storia, tant'è che risulta una delle regioni più visitate d'Italia. Il paesaggio offerti dal luogo in questione è molto vario, e spazia dal mare alla pianura arrivando persino alla montagna. Sparsi lungo...
Italia

Valle d'Aosta: visitare i castelli della valle d'Ayas

La Valle d'Aosta offre, a chi si reca a visitarla, panorami unici e luoghi interessanti da visitare. Principalmente, una delle ricchezze della Valle d'Aosta è data dai numerosi castelli della valle d'Ayas disseminati sul suo territorio. Nella guida che...
Italia

Friuli: i castelli da visitare

Quando organizziamo le nostre vacanze è buona norma informarci sui luoghi che la meta da noi scelta ci offre. Possiamo farlo rivolgendoci alle agenzie viaggi, o consultando opuscoli informativi e guide facilmente reperibili in internet, se vogliamo...
Italia

I castelli più belli d'Italia

Se c'è una cosa di cui l'Italia può andare fiera è il suo sconfinato patrimonio artistico e culturale. L'Italia è dimora di secoli di storia, che lasciarono sul territorio una ricchezza impareggiabile. Maggiori testimoni di ciò sono le centinaia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.