L'elefante asiatico nella cultura tailandese

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Thailandia è una terra molto affascinante a motivo delle sue culture e tradizioni. Esse si tramandano da secoli da una generazione all'altra e una tra le più importanti riguarda proprio il culto e la venerazione dell'elefante asiatico. I simboli di questo animale, sono stati utilizzati per secoli come rappresentazioni di antiche casate, città e paesi. Sia che si ispirassero al regno animale, vegetale o umano la loro importanza era notevole. Ancora oggi vengono usati e in particolare questo avviene nella cultura tailandese, il vero simbolo è costituito dall'elefante asiatico. L'elefante è dunque un animale di basilare importanza. Vediamo subito di conoscere qualcosa in più su questo animale, l'elefante thailandese.

26

Feste nazionali

L'importanza che questo animale riveste per la nazione è facilmente constatabile dalla festa nazionale, che si tiene il 13 marzo di ogni anno, istituita per omaggiare gli elefanti nel loro ruolo che hanno avuto in passato per quei luoghi e per la funzione che hanno tuttora. Questo particolare tipo di elefante di colore bianco ha ispirato numerose leggende su poteri sacri insiti in loro e per questo spesso sono state fatte molte guerre per possederne nel maggior numero possibile. Il bianco è ritenuto simbolo di purezza e fertilità ancora oggi, questo è dimostrato dalla consueta tradizione di far passare per tre volte una donna incinta sotto la pancia dell'elefante con l'opinione che in questo modo essa possa partorire senza problemi e velocemente.

36

Buddismo

L'elefante asiatico riveste una grande importanza poiché è considerato come l'animale sacro a Buddha e il Buddismo è una delle religioni più diffuse in Thailandia. Le tradizioni indicano questo animale come simbolo di pace e potere e per secoli il possederli ha significato avere un regno sicuro e forte. I re li utilizzavano per processioni, feste o cortei regali indicando la loro fierezza su queste splendide bestie. Oltre ad avere questo ruolo per cui sono venerati e ambiti, gli elefanti avevano una funzione di trasporto, potevano essere cavalcati oppure trasportare materiali pesanti.

Continua la lettura
46

Simboli

I centri più famosi della nazione sono attorniati da sculture e decorazioni che richiamano questo fantastico animale. Oggi purtroppo gli esemplari presenti sono circa 4000 e sono una delle attrazioni del posto solitamente addestrati per attirare i turisti. C'è un programma demografico previsto per il ripopolamento delle foreste da parte di questi mammiferi in modo da ristabilire il giusto equilibrio demografico. Augurandoci che questo avvenga il più presto possibile, non potete non rimanere affascinati dall'antica cultura dell'elefante asiatico presente in Thailandia.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Viaggio

5 ragioni per visitare il Laos

Nei nostri viaggi, le mete asiatiche dovrebbero avere sempre un posto nella prima fila delle scelte. Capaci di unire secoli di storia e tradizione, questi luoghi sono un' autentica immersione nel mare di usi e costumi che contraddistingue il sud-est asiatico....
Asia

I principali piatti tipici tailandesi

Chi di voi non ha mai sognato un viaggio in Thailandia? Questo splendido stato orientale e più precisamente del sud-est asiatico popola i sogni di centinaia e centinaia di viaggiatori e qualcuno decide perfino di sceglierlo per il suo viaggio di nozze....
Asia

Come visitare la Bolaven Plateau in Laos

Sono tantissime le bellezze da vedere nel mondo, ma il Laos ne riserva una che è veramente unica. Si tratta delle cascate del Bolaven Plateau, una meraviglia immersa nella natura, una vera perla che affascina chiunque la visiti. Collocate nel Sud-Est...
Italia

Cosa visitare a Cagliari

L'Italia è un paese ricco di storia e di meraviglie naturali. La bellezza di certi luoghi la rendono unica, tanto che moltissimi sono gli stranieri e i turisti che in ogni stagione visitano le città italiane per scoprire i tanti itinerari degni di essere...
Asia

Come organizzare un viaggio in Nepal

Ai piedi delle imponenti vette dell'Himalaya vi è lo Stato del Nepal, che presenta paesaggi di rara bellezza, che sono tra i più suggestivi al Mondo. Pur essendo un paese povero dal punto di vista economico, è abbastanza ricco di bellezze tutte da...
Asia

Come visitare le più belle cascate della Thailandia

La Thailandia, ufficialmente Regno di Thailandia, è una delle mete più famose per il turismo mondiale, grazie al suo spettacolare ambiente e la ricca fauna che richiama ogni anno milioni di persone da ogni parte del mondo. La Thailandia vanta decine...
Asia

Come visitare Il Sud-est Asiatico In Treno

Un viaggio in treno è un ottimo modo per sperimentare i paesaggi del Sud-Est asiatico e per ammirare gli usi e i costumi delle popolazioni dell'est. Viaggiare in treno è il modo migliore per vivere appieno una regione, uno Stato o un paese. Il Sud-est...
Asia

Come visitare Amber E Jaipur

Amber è una città medioevale ad undici chilometri da Jaipur. Entrambe, seppur in tempi diversi, furono capitale del potente clan Kachwaha, nel Rajasthan, in India. Dei 36 clan dei Rajput, fieri guerrieri indù, i Kachwaha divennero uno dei più potenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.