Le 5 chiese più belle di Salerno

Tramite: O2O 27/09/2017
Difficoltà: media
18

Introduzione

Salerno, città magnifica incastonata nella splendida Campania che spesso viene messa in secondo piano rispetto alle vicine Napoli e Caserta (molto più conosciute per il loro patrimonio culinario e storico), è invece una piccola perla sulla coda della costiera amalfitana, dove si può mangiare dell'ottimo cibo, incontrare belle persone e.. Perché no, visitare le sue bellissime chiese.
Quindi.. Quali sono le 5 chiese più belle di Salerno?

28

Chiesa di San Giorgio

La Chiesa di San Giorgio è la più conosciuta e rinomata della città, principalmente per il suo stile barocco ed è situata vicino al duomo di Salerno. Ideata come monastero in realtà venne riadattata a chiesa dopo essere stata residenza dell'arcivescovo di Salerno e casa delle monache benedettine di Santa Sofia, San Michele e Santa Maria Maddalena. Sviluppata quindi in tempi storici differenti salta subito all'occhio la magnificenza degli affreschi che si ritrovano per tutta la chiesa e le porte, alcune talmente antiche da risalire all'epoca medievale.

38

Chiesa della Santissima Annunziata

Viene chiamata chiesa della Santissima Annunziata Nuova, a causa delle molteplici ristrutturazioni a cui è stata sottoposta negli anni. Distrutta da ben due alluvioni, danneggiata durante lo sbarco di Salerno del 1943 è malgrado tutto una delle chiese da visitare della città, una delle più belle, proprio per la sua "pelle dura" a resistere di fronte alle tante sventure.

Continua la lettura
48

Duomo di Salerno

Messo al quarto posto non certo perché meno spettacolare, il Duomo di Salerno è esempio del magnifico incontro tra lo stile arabo e normanno. Famoso per le sue otto campane, per i suoi magnifici mosaici e i suoi portici.
Epicentro della cristianità della città merita decisamente una visita di qualche ora, per ammirare gli antichi sepolcri o le sue cripte da togliere il fiato.

58

Chiesa del Santissimo Crocifisso

La chiesa del Santissimo Crocifisso è situata in una piazzetta poco trafficata nel centro storico di Salerno. Sorge sui resti di una cripta risalente al medioevo e prende il suo nome dal fatto che vi era custodita una venerata croce dipinta nel Duecento. Malgrado piccola è decisamente una chiesetta da vedere, soprattutto per i suoi antichi affreschi ritrovati negli anni '50, quando fu scoperta la cripta sulla quale fu costruita.

68

Chiesa di Santa Maria de Lama

Forse la più antica nel comune di Salerno, la chiesa di Santa Maria de Lama conserva gli unici reperti di pittura longobarda presenti in città.
Malgrado frammentari, i dipinti d'epoca longobarda meritano di essere visitati perché, per il cambio climatico della cripta (o dell'infiltrazione d'acqua?) si stanno danneggiando in maniera irreparabile.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Le più belle chiese della Puglia

La Puglia è una regione meravigliosa, una regione ricca di storia e contornata da un mare azzurro e cristallino. Se siamo interessati a visitare gli edifici storici della Puglia, nulla è meglio del visitare i suoi musei e le sue splendide chiese. In...
Italia

Le più belle chiese barocche di Italia

L'architettura barocca si sviluppa nel XVII secolo a seguito del periodo rinascimentale.Il termine barocco inizialmente veniva usato in maniera dispregiativa, e indicava la mancanza di regolarità e ordine. Il barocco infatti privilegia le linee curve...
Italia

Le 10 chiese più belle di Roma

Roma è il centro della cristianità, qui Pietro ha posto la prima pietra sulla quale il culto si regge. Nella Capitale attualmente si contano circa 900 chiese, alcune delle quali veri e propri tesori artistici di inestimabile valore. Il loro sviluppo...
Italia

I musei di Salerno da non perdere

Salerno è una delle più belle città della Campania. Sorge nella parte interna del Golfo omonimo e ha alle spalle una storia molto antica. Fondata dai romani, dopo la caduta dell'Impero venne esposta per secoli a parecchie invasioni. Queste incursioni...
Italia

Cosa vedere a Salerno

Salerno è una tra le città della Campania più importanti e suggestive. Situata tra la costiera amalfitana, la piana del Sele e il Cilento, Salerno incanta da secoli i suoi visitatori. Storicamente nasce come centro osco-etrusco, per poi diventare sannita...
Italia

Guida alle Chiese di Torino

Guida alle Chiese di Torino. Vedremo in questa sede di indicare ai turisti, ma anche ai residenti, quali sono le Chiese di Torino che davvero non si può fare a meno di conoscere.La città di Torino, un tempo Augusta Taurinorum, accoglie alcune delle...
Italia

Dove e cosa mangiare a Salerno

Salerno è una città della Campania, vivibile, pulita e possiede un passato molto affascinante raccontato attraverso le rovine e i musei. La sua fama è la conoscono in tutto il mondo da quando divenne la capitale del Principato longobardo sotto Arechi...
Italia

Le 10 città costiere più belle d'Italia

L'Italia è una nazione con uno sviluppo costiero incredibilmente vario. Con quasi 7500km di coste è naturale che moltissimi insediamenti abbiano trovato la loro sede proprio vicino al mare, e ci sono delle vere perle arroccate su scogliere o distribuite...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.