Le migliori abbazie trappiste del Belgio

Tramite: O2O 16/06/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

Se siete amanti della birra e siete alla ricerca della meta ideale per le vostre prossime vacanze, non potrete non fare un salto in Belgio. Si tratta di uno Stato non molto esteso, quindi potrete riuscire a visitare moltissimi luoghi splendidi anche in poco tempo, a patto però di essere molto organizzati e aver stabilito in precedenza le mete da toccare. Le abbazie trappiste sono assolutamente da visitare, anche per poter assaggiare birre dal gusto unico che solo in questi luoghi avrete l'opportunità di provare... E magari fare scorta per voi stessi o per gli amici. La birra trappista, infatti, è una tipologia molto particolare perché deve rispettare delle regole di processo stabilite dall'Associazione Internazionale dei Trappisti. I Trappisti, ricordiamo infine, sono un ordine di monaci di origine francese che, nel corso dei secoli, si è specializzato nella produzione e commercializzazione di questa squisita birra per poter provvedere al sostentamento economico dell'ordine stesso. Ecco allora una lista delle migliori abbazie trappiste da visitare una volta sul posto.

29

Orval

È una delle più antiche e meglio conservate abbazie, dove risiede ancora un piccolo gruppo di monaci dell'ordine. Si trova semi-nascosta in una valle dove è possibile ammirare le rovine dell'abazia antica, risalente al 1131, su cui è stata poi costruita, nel 1926, l'attuale abbazia, dopo la distruzione avvenuta durante la Rivoluzione Francese. All'interno del complesso monastico sarà possibile acquistare birra tipica con cui accompagnare l'ottimo formaggio ivi prodotto.

39

Villers

L'abbazia di Viller è molto rinomata per essere una delle più curate del Belgio. Purtroppo, però, non vi risiede più alcuna comunità monastica, quindi la birra che potrete acquistare sul posto viene prodotta in altri luoghi. Tuttavia, la visita a questa abbazia, le cui rovine sono in continuo restauro, è molto coinvolgente, anche grazie alla frequente organizzazione di mostre, concerti e spettacoli di vario genere.

Continua la lettura
49

Aulne

Con pochissima spesa potrete visitare l'abbazia di Aulne, sperduta tra le colline delle Vallonia, vicina alla città di Thuin. Purtroppo, a differenza delle altre, questa antica abbazia è parzialmente in rovina e ormai disabitata da tempo. Tuttavia, la sua maestosità si può ancora percepire dai suoi resti e rovine e il panorama che si può scorgere rende il posto suggestivo e dal fascino antico.

59

Maredsous

Nella provincia di Namur, poco lontano dalla capitale della Vallonia, sorge l'abbazia di Maredsous. Nonostante sia visionabile solo parzialmente e la visita al birrificio interno non sia permessa, ne varrà comunque la pena. Tuttavia, nelle immediate vicinanze non mancano locali in cui vi sarà possibile gustare, con poca spesa, l'ottima birra ivi prodotta che conta ben tre tipologie diverse. Siamo certi che vorrete assaggiarle tutte!

69

Notre-Dame de Scourmont

La birra Chimay, molto nota e famosa tra le migliori birre trappiste, è prodotta ancora qui, nell'abbazia di Notre-Dame de Scourmont. Potrete visitare a titolo gratuito i suoi giardini, la chiesa e persino il suo cimitero riservato. Se sarete fortunati, inoltre, potrete riuscire a visitare anche il birrificio, il cui accesso è riservato a pochissimi giorni all'anno. Tuttavia, non vi sarà difficile incontrare, a spasso per i giardini, i monaci del posto che potrebbero prendervi in simpatia e permettervi una visita fuori programma. L'odore della birra, in ogni caso, sarà sempre presente nell'aria, inebriandovi con il suo dolce profumo. Vi consigliamo, una volta qui, di assaggiare una birra che non troverete in vendita da nessun'altra parte: la Golden Chimay.

79

Notre Dame de Saint Remy

L'abbazia di Notre Dame de Saint Remy si trova nella cittadina medievale di Rochefort. Qui è possibile gustare la particolare birra, prodotta fin dal 1595 dai monaci trappisti grazie all'utilizzo dell'acqua di un pozzo interno all'abbazia, ancora presente ed utilizzato e quindi visionabile. La birra che viene prodotta prende il nome di Rochefort, dall'omonima cittadina, ed è gustabile in 3 diverse gradazioni che vanno dal colore rosso al bruno, man mano che aumenta la quantità alcoolica.

89

St. Benedictusabdij De Achelse Kluis

Ad Achel di trova l'abbazia di St. Benedictusabdij De Achelse Kluis, il monastero trappista più piccolo di tutto il Belgio, dove però la birra scorre a fiumi. La produzione di birra iniziò nel lontano 1648, interrompendosi diverse volte a causa delle guerre: prima con la Rivoluzione Francese, durante la quale l'abbazia venne completamente distrutta (e ricostruita poi nel 1844), e poi durante la Seconda Guerra mondiale, quando i monaci si videro costretti a fuggire. Tuttavia, grazie alla ferma volontà di un monaco, Fratello Thomas, nel 1996 la produzione di birra ha ripreso fiorente e conta oggi addirittura sei diverse varietà.

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Europa

I 5 migliori posti da visitare in Belgio

Il Belgio è uno stato membro dell'Unione Europea e risulta essere diviso esattamente in tre Regioni, tutte estremamente interessanti e bellissime da visitare, infatti è considerata una città patrimonio dell'UNESCO. Se state pensando di organizzare...
Europa

Come visitare il Belgio in bicicletta

Il Belgio è un paese prevalentemente pianeggiante e, soprattutto, caratterizzato da chilometri e chilometri di piste ciclabili. La bicicletta sembra quindi un ottimo mezzo per poter scoprire le bellezze del posto, dalle grandi città ai piccoli villaggi,...
Europa

10 cose da vedere in Belgio

Nella guida che svilupepremo a breve, ci concentreremo sul fattore geografico e culturale, spostandoci in Belgio e cercando di farvi percorrere questo relativamente piccolo Stato, dandovi alcuni suggerimenti relativi alle mete e alle cose da visitare....
Europa

Belgio: cosa vedere

L'Europa è piena di cose bellissime da vedere, posti meravigliosi, paesi ancora incontaminati e dalla natura bellissima, e popolazioni ospitali e curiose da conoscere. Il Belgio è uno di questi paesi e oltre ad essere bello è ancora tutt'oggi piuttosto...
Europa

Belgio: i piatti tipici

Il Belgio è un piccolo paese dell'Europa centrale davvero pieno di risorse: oltre alle splendide città artistiche, come Bruges, Anversa e Bruxelles, questo stato europeo negli ultimi anni ha fatto passi da gigante anche per quanto riguardo l'eno-gastronomia....
Europa

Belgio: cosa visitare

Oggi ci occupiamo di un piccolo gioiello europeo, uno di quei paesi spesso sottovalutato che viene messo da parte a favore delle grandi città, delle metropoli. Parliamo del Belgio, situato tra Francia, Germania e Paesi Bassi, fa non poca fatica ad emergere...
Europa

10 dolci tipici da gustare in Belgio

Durante uno dei vostri innumerevoli viaggi alla scoperta dell'Europa, potrebbe capitarvi di imbattervi in alcuni dolci molto buoni, così come delle pietanze squisite da gustare in tranquillità, godendosi l'atmosfera del luogo in cui vi trovate.Considerate...
Europa

Belgio: guida a Bruxelles e alle Fiandre

Il modo migliore per girare e rimanere sorpresi dal Belgio e dalle Regione delle Fiandre, è sicuramente alla guida di un auto, vista l'ottima ed efficiente rete autostradale, per quanto sia nella capitale Bruxelles che nelle zone limitrofe non manchino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.