Le regole a tavola da rispettare in Marocco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Marocco è uno stato dell´Africa settentrionale affacciato sia sul Mar Mediterraneo sia sull`oceano Atlantico. E´ una monarchia costituzionale con circa 35 milioni di abitanti, il 64% di etnia araba e il restante di origine berbera. Negli ultimi anni, il Marocco si sta affermando come una delle maggiori mete turistiche del nord dell’Africa, con la sua ampia scelta di attrazioni, sia culturali sia naturalistiche. Le mete più visitate sono, infatti, le città imperiali di Fes, Marrakech, Rabat e Meknes ma anche il deserto del Sahara e le vette dell´Atlante. Non di secondaria importanza e bellezza sono le località balneari di Casablanca, Agadir ed El-Jadida, solo per citarne alcune. La cultura dell´ospitalità è molto radicata in Marocco. Non è raro che un negoziante in un suk vi inviti a casa propria per un pasto. Rifiutare questi inviti non solo è molto difficile ma anche considerato molto scortese. Vediamo insieme che regole rispettare a tavola, se vi capita di essere invitati per un pasto in una casa marocchina durante le vostre vacanze!

26

Lava le tue mani prima di iniziare

Tradizionalmente il pasto è servito su di un tavolo rotondo e basso cui ci si siede in ginocchio. Prima di iniziare, per la pulizia delle mani, vi saranno offerti un catino con dell´acqua e un asciugamano. Lo stesso cerimoniale si ripeterà alla fine del pasto.

36

Aspetta prima di iniziare

Il padrone di casa è il primo a servirsi, quindi non iniziate mai prima di lui o comunque senza un suo cenno. In alcuni casi, procederà anche con una breve benedizione della tavola. Generalmente gli ospiti sono fatti sedere di fianco a lui, che si preoccuperà anche di offrirvi le migliori pietanze sul tavolo.

Continua la lettura
46

Serviti dai piatti comuni

Il cibo è servito in piatti comuni, così come l´acqua. Prendete le pietanze, rigorosamente con le mani e aiutandovi con del pane, solo dal piatto di fronte a voi. È, infatti, ritenuto poco cortese servirsi da un piatto che è da un altro lato del tavolo.

56

Usa solo la mano destra

Fate attenzione a quale mano usate per prendere il cibo. I marocchini considerano la mano sinistra impura e riservata solo all´igiene personale, quindi ricordatevi di utilizzare sempre e solo mano destra. Potete usare la sinistra solo per aiutarvi a tagliare il pane.

66

Non rifiutare mai il cibo

In caso di un ospite, le famiglie marocchine preparano enormi quantità di cibo, di conseguenza anche le porzioni saranno generose. E´ ritenuta un´offesa al padrone di casa se l´ospite rifiutasse la prima o anche la seconda porzione. Lo stesso vale per il tè alla menta al termine del pasto. Di solito se ne servono tre tazze, ed anche in questo caso non si può rifiutare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

10 ragioni per vivere in Marocco

Il Marocco è da sempre una meta molto amata da viaggiatori di tutto il mondo, grazie alla sua allure magica ed i suoi posti incantati. Il Marocco infatti non si mostra mai del tutto, ma lascia sempre un velo di mistero che ammalia. Da meta di vacanze...
Africa

Marocco: i luoghi da non perdere

Il Marocco è uno stato della parte settentrionale dell'Africa: a nord è bagnato dal Mar Mediterraneo, mentre a ovest dall'oceano Atlantico; a est e sud-est confina con lo stato dell'Algeria ed infine a sud con il territorio del Sahara Occidentale. Rabat...
Africa

Il Marocco in auto: cosa vedere

Il Marocco è una destinazione eccellente per fare un viaggio in auto, poiché ricchissima di luoghi da vedere, anche se i mezzi di comunicazione spesso non sono abbastanza organizzati per poter permettere di seguire l'itinerario che ci si prefissa. Per...
Africa

7 città da non perdere in Marocco

Tra le mete turistiche sempre più in voga non si può non menzionare il Marocco, con le sue splendide città sulla costa e nel deserto fra cui le celebri Casablanca e Rabat, veri e propri gioielli sull'Atlantico. In questa breve guida elencheremo ben...
Africa

Guida: tour del Marocco in 10 giorni

Il Marocco è un mix equilibrato di natura, sport e cultura: sicuramente una delle mete più intriganti per i viaggiatori esterofili perché, nei suoi paesaggi mozzafiato, si fondono l'amore per la storia ed un passato glorioso, unitamente all'avventura...
Africa

Cosa mettere in valigia per il Marocco

Viaggiare è certamente una delle attività più belle e divertenti che si possano fare, permette di conoscere nuovi posti, nuove culture e nuove persone, ed esistono moltissimi luoghi da poter visitare, ma ogni volta che ci si prepara per una destinazione...
Africa

Marocco: come organizzare il tour delle Città Imperiali

Marocco, terra ricca di storia e di bellezze naturali. Le spiagge e le oasi sono tra le più belle al mondo ma le attrazioni principali restano le meravigliose città Imperiali. Poter visitare queste città richiede un periodo di almeno 7 giorni, ciò...
Africa

Marocco: usi e costumi

Quella marocchina è una cultura molto ricca: profumi, colori e suoni che si mescolano. Essa, inoltre è arricchita da usi e costumi dei Berberi ed è impregnata di fede musulmana. Il Marocco si può dire che oggi vive anche in Italia con incontri e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.