Mauritania: usi e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Mauritania o, ufficialmente, la Repubblica islamica di Mauritania è un Paese islamico situato in Africa Occidentale e confinante con l'Oceano Atlantico (ad Ovest), il Sahara (a Nord), l'Algeria (a Nord-Est), il Mali (a Sud-Est) ed il Senegal (a Sud-Ovest): la sua Capitale si chiama Nouakchott, che è la città più grande e si trova sulla costa atlantica. Nella seguente facile e pratica guida che vi andrò ad esporre immediatamente, vi parlerò dettagliatamente degli usi e costumi di questa Nazione africana!!!

26

Religione

Innanzitutto, dovete sapere che la religione principale è quella islamica (con tutte le regole che ne conseguono), ma è presente anche una minoranza cattolica di circa 4.500 fedeli (che si ritrovano nella diocesi della città di Nouakchott). Con riferimento alle lingue, quelle ufficiali sono l'arabo moderno ed il francese (ampiamente utilizzato nei media e tra le classi colte), mentre quelle meno diffuse sono l'Hassaniya, il Pulaar, il Soninke, l'Imraguen, il Wolof, il Serer e l'Hassaniya.

36

Moneta

Con riferimento alla moneta, la Mauritania è uno dei due unici Paesi al mondo (l'altro è il Madagascar) a non usare una valuta a base decimale: l'unità di base (ovvero l'ouguiya) comprende cinque khoums. Praticamente, non vengono coniati khoums dal 1973 e vengono impiegati raramente per il loro valore estremamente basso. Relativamente alle feste tradizionali, invece, una delle più importanti è la festa dei datteri (fête des dattes), che si svolge tra Luglio ed Agosto.

Continua la lettura
46

Cibo

Con riferimento agli usi e costumi riguardanti il cibo (che riveste importanti funzioni sociali e psicologiche), le persone mangiano in gruppi da una grande ciotola oppure una zucca a fiasco utilizzando soltanto la mano destra, bevono l'acqua fredda o il latte acido mescolato con dell'acqua fredda, il succo di fiore di ibisco o quello di baobab. Dopo il pranzo e la cena, si usa bere dei bicchierini di tè verde con lo zucchero e la menta, che viene servito da persone più giovani (solitamente ragazze): la dieta consiste principalmente di carne, miglio, riso, pesce e patate dolci.

56

Le caste

Infine, occorre ricordare che esiste ancora una rigida suddivisione in caste della popolazione (che, solitamente, è gentile ed ospitale con gli stranieri), derivante anche dalla lunga storia di schiavitù che ha contraddistinto questo Paese dell'Africa Occidentale: la gente che appartiene alle caste superiori tende ad essere tranquilla e generosa verso le persone facenti parte delle caste inferiori, mentre quest'ultime sono maggiormente loquaci ed estroverse con meno preoccupazioni per l'etichetta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Gli usi e costumi tipici locali andrebbero sempre rispettati durante un eventuale viaggio in questo Paese.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

Kenya: usi e costumi

Il Kenya si trova nella parte orientale dell'Africa e confina con l'Uganda, la Tanzania, la Somalia e infine con l'Etiopia. Il centro del Kenya viene costituito da un altopiano, diviso dalla fossa tettonica della Great Rift Valley. La Great Rift Valley...
Africa

Somalia: usi e costumi

La Somalia è uno degli Stati africani ubicati nella zona orientale, detta "Corno d'Africa" ed è una Repubblica Federale.Il nome attuale di Somalia le fu dato dall'esploratore italiano Luigi Robecchi Bricchetti, che fu il primo europeo a visitare i vasti...
Africa

Tunisia: usi e costumi

La Tunisia è una delle mete turistiche più gettonate. Il suo grande successo è sicuramente dettato dalle numerose bellezze naturali ed culturali che questa terra riesce ad offrire sia ai suoi abitanti che ai turisti. Risulta essere lo stato più piccolo...
Africa

Etiopia: usi e costumi

L'Etiopia è il più antico Paese indipendente dell'Africa. E’ situtato nel corno d’Africa, non ha sbocco sul mare, e confina con Eritrea, Gibuti, Somalia, Kenya, Sudan e Sudan del Sud. La capitale, Addis Abeba, ospita un terzo dell’intera poplazione...
Africa

Madagascar: usi e costumi

Il Madagascar è la più grande isola del mondo. Se provate a controllare su una carta geografica, potrete notare quante volte riuscirebbe ad entrarci l'Italia! Ci abitano 16 milioni di persone, divise in circa 18 etnie. Il Madagascar fa parte dell'Africa...
Africa

Uganda: usi e costumi

L’Uganda è uno splendido Stato nel cuore dell’Africa Orientale, il cui nome deriva dall'antico regno di "Buganda". La popolazione è formata da molteplici gruppi etnici, i più rilevanti sono i Baganda, i Basoga e i Pigmei. Ciascun ceppo dell'Uganda...
Africa

Egitto: usi e costumi

L'Egitto è sicuramente una delle terre più antiche del mondo, ed anche la prima che ha conosciuto la civiltà; infatti, ancora oggi vanta innumerevoli tradizioni che la rendono unica nel suo genere. Usi e costumi dell'Egitto sono infatti molto apprezzati...
Africa

Guinea Bissau: usi e costumi

Una delle più piccole nazioni dell' Africa occidentale è la Guinea Bissau, la cui capitale è Bissau. In origine il nome era "Guinea", successivamente però fu aggiunto il nome della capitale per non confondere lo stato con quello della Guinea confinante....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.