Messina: le 5 spiagge più belle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La città di Messina ha mantenuto, nel corso dei secoli, la vocazione di porto che le è stata conferita grazie alla sua posizione geografica ed alla naturale conformazione del suo territorio (con la celeberrima zona falcata di San Raineri, oggi presidio militare). La presenza dell?area portuale rende inaccessibile il mare del centro storico ai bagnanti, i quali sono costretti a spostarsi verso la periferia in cerca di zone costiere che possano consentire la balneazione. Esistono dei punti dell?area metropolitana dove il mare offre dei panorami davvero invitanti e lo sapevano bene già gli antichi romani, presso i quali il mare di Messina è era davvero rinomato per essere un luogo prediletto di otium. Andiamo insieme alla scoperta delle 5 spiagge più belle di Messina e dintorni che oggi hanno tutte le carte in regola per diventare le più ricercate dai turisti.

26

Il Royal Beach lungo la Via Consolare Pompea

Percorrendo la lunga via di comunicazione che collega l?area del Museo di Messina a quella molto più distante dei laghi di Ganzirri, e cioè la Via Consolare Pompea, si giunge ad uno dei lidi meglio attrezzati della zona nord di Messina: il Royal Beach. La spiaggia del Royal Beach è molto bella e la presenza del lido offre una serie di svaghi e di comodità ai villeggianti che non si ritrovano in altri luoghi del litorale messinese. La spiaggia è sabbiosa, e vi si giunge attraversando uno spazio reso ?esotico? dalla presenza di alberi di palma; sulla sabbia trovano spazio dei gazebo e degli ombrelloni realizzati in paglia che fanno ombra a tutta una serie di lettini. Il lido è dotato di piccoli campetti da gioco sui quali è possibile disputare partite di calcio a 5 e di beach volley. L?impianto organizza anche serate di musica e ballo. Il Royal Beach di Messina può essere raggiunto comodamente in macchina o direttamente a piedi, dal momento che la Via Consolare Pompea è dotata di un marciapiede- che costeggia il mare- pensato per ciclisti e per appassionati di camminata.

36

La spiaggia di Torre Faro: il pilone dello Stretto di Messina

Spostandosi più in avanti, sempre lungo la Consolare Pompea, e superando i laghi di Ganzirri, si può raggiungere la spiaggia di Torre Faro. La spiaggia in questione si trova nel punto nel quale avviene l?incontro tra le acque del Mar Tirreno e quelle del Mar Jonio. Qui lo Stretto di Messina raggiunge la sua ampiezza minima. La spiaggia, per la maggior parte sabbiosa ma con un leggero strato di ciottoli vicino al bagnasciuga, è molto caratteristica perché da qui è possibile avere una veduta dettagliata della costa calabra. Inoltre, si può sostare quasi alla base di uno dei due piloni dello Stretto. La spiaggia, nel periodo estivo, regala a cittadini e turisti varie opportunità di svago grazie alla presenza del lido ?Horcynus Orca?, che mette a disposizione sdraio, ombrelloni, buon cibo e propone anche un palinsesto di spettacoli teatrali e cinematografici. Il posto è l?ideale per famiglie con bambini al seguito e per i diversamente abili: il lido è dotato di carrozzine per disabili. Sulla spiaggia di Torre Faro si svolge annualmente un festival degli aquiloni a cui tutti sono liberi di prendere parte e non di rado si può assistere a delle regate acrobatiche in vela, quando il mare diventa più mosso.

Continua la lettura
46

Le montagne di sabbia di Capo Rasocolmo sul litorale tirrenico

Sul versante tirrenico della Sicilia, a circa 11 km a nord di Messina, sorge il borgo marinaro di San Saba. Il borgo, che conta non più di 300 abitanti, si può raggiungere percorrendo la Strada Statale 113dir dai laghi di Ganzirri in direzione Milazzo. Il mare di San Saba è famoso per le cosiddette montagne di sabbia: a Capo Rasocolmo, la zona più orientale del territorio e dalla quale proviene anche un relitto di epoca romana che è stato oggetto di indagine da parte di campagne di archeologia subacquea, esiste una spiaggia unica nel suo genere. Qui la sabbia non si limita ad occupare la parte del bagnasciuga- e quella limitrofa- ma si adagia sul fianco della collina alla cui sommità si trova il faro. In alcuni punti della spiaggia la sabbia lascia il posto a degli scogli e a dei sassi che rendono più problematica la sosta con le proprie asciugamani. Da qualche anno a questa parte la spiaggia di San Saba è divenuta punto d?incontro prediletto per i nudisti.

56

La spiaggia del Tono a Milazzo e le piscine di Venere

Percorrendo, da Messina, una distanza di 40 km sul litorale tirrenico si giunge nel territorio dominato dalla bellissima penisola di Milazzo. La città di Milazzo è famosa per la sua vocazione turistica e per la bellezza del suo castello e della sua passeggiata a mare (la Marina Garibaldi), che attrae una larga parte della popolazione che vive nei dintorni. La riviera opposta rispetto a quella della Marina ospita una spiaggia, sabbiosa, di bellezza davvero impressionante: la spiaggia del Tono. La spiaggia è incastonata tra le pareti scoscese di Capo Milazzo, consente di avere una vista superba sul golfo di Patti e sulle colline che lo incorniciano (Etna compresa) e può vantare un mare degno delle spiagge più esotiche. Capo Milazzo ospita il paradiso naturale delle cosiddette piscine (o laghetti) di Venere. Si tratta di piccoli specchi d'acqua limpidissima, talmente trasparente da lasciare intravedere i fondali ed i pesci che vi nuotano, circondati e quasi isolati dal mare dalle formazioni rocciose. Le piscine di Venere sono il paradiso di tutti i fotografi che vogliano cimentarsi nella fotografia di paesaggio (e soprattutto nell'immortalare tramonti dai colori estremamente caldi e romantici) e vi si può arrivare a piedi, attraverso una lunga rampa di scale o seguendo un sentiero che costeggia il mare. Raggiungere Milazzo poi, in generale, è molto semplice: si può percorrere l'autostrada Messina-Palermo, uscire al casello corrispondente e poi proseguire sulla Strada Statale 113 seguendo le indicazioni fornite dalla cartellonistica.

66

La spiaggia di Capo Alì sul litorale jonico

Alì Terme è una località, dotata di impianto termale, che si trova sul litorale jonico a circa 25 km di distanza da Messina. Ad Alì si trova una delle spiagge più belle di tutta la Sicilia, famosa per essere anche una delle meno contaminate dalla mano dell?uomo: si tratta della spiaggia di Capo Alì. Le acque di Capo Alì hanno dei fondali così immacolati da classificarsi come ottime per tutti gli appassionati di snorkeling e di immersioni. Per contro, il mare di Capo Alì è parecchio freddo e diventa subito profondo. Quest?ultima peculiarità lo rende poco adatto alla frequentazione da parte dei bambini. La zona balneare è raggiungibile con diversi mezzi di trasporto, privati o pubblici, muovendosi sulla Strada Statale 114 in direzione Catania (se si proviene da Messina) o in direzione Messina (se si proviene da Catania). Alì Terme si trova esattamente a metà del percorso che collega Messina a Taormina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Le 5 spiagge più belle della Sardegna

Una terra dipinta nel mediterraneo che il pittore divino decise di lasciarci in regalo. Perché la Sardegna è un sogno, dalle sue insenature passando per acque cristalline arriviamo a calette mozzafiato. Le spiagge più belle della Sardegna sono tra...
Italia

Le spiagge più belle di Marina di Camerota

Sono tanti i luoghi dell'Italia ricchi di bellezze naturali, e ancor di più quelli nascosti e sconosciuti. Marina di Camerota è un piccolo comune in provincia di Salerno, facente parte del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, e sotto la protezione...
Italia

Le 10 spiagge più belle d'Italia

Ogni anno molti turisti cercano di stilare delle classifiche dei luoghi balneari più belli d'Italia. Negli ultimi tempi si sono raccolte parecchie recensioni e parecchi pareri riguardo a quali sono realmente le 10 spiagge più belle d'Italia. Di seguito...
Italia

Le spiagge più belle della Toscana

Le coste italiane sono famose ed invidiate in tutto il mondo per la loro bellezza. Sia che si voglia trovare relax su una sabbia finissima, oppure divertirsi sugli scogli, in Italia c’è solo l’imbarazzo della scelta. Molte località sono poi famose...
Italia

Le più belle spiagge del Lazio

Per quanto spesso non venga presa in considerazione alcune tra le spiagge più belle d'Italia si trovano nel Lazio, principalmente nel Sud del Lazio quasi al confine con la Campania nella zona di Latina. Qui si ergono tre delle più belle località marittime...
Italia

Le 5 più belle spiagge di Otranto

Otranto è un comune in provincia di Lecce ed un vero e proprio gioiello di arte, cultura e bellezze naturalistiche. Situato nella costa salentina, questo comune in inverno conta pressapoco 5.600 abitanti, ma nella stagione calda vede moltiplicarsi questa...
Italia

Le più belle spiagge del Sud Italia

La parola estate è, prima di ogni altra cosa, sinonimo di sole e vacanze, ma soprattutto di spiagge. E quando si parla di spiagge Italiane, non si può non far riferimento alle spiagge più belle, quelle del Sud Italia, che ospita piccoli paradisi terrestri....
Italia

Le più belle spiagge del Gargano

Tra le località più affascinanti dal punto di vista naturalistico del nostro paese, il Gargano è quella tra le più consigliate per trascorrere una vacanza in assoluto relax. Si stende su 140 Km di coste con innumerevoli spiagge, grotte, insenature...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.