Molise: una regione da scoprire

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Seconda regione più piccola d'Italia, subito dopo la Valle d'Aosta, interposta tra l'Abruzzo e la Puglia, il Molise: una regione da scoprire. Non tutti sanno che questa regione è uno scrigno di tesori ambientali e culturali di notevole pregio, dalle spiagge attorno a Termoli fino all'entroterra, ai confini con la Campania.

25

Occorrente

  • scarpe comode, mappa e/o navigatore, cappellino per il sole (in estate)
35

Iniziamo la nostra visita partendo dalla costa e, in particolare, dalla città di Termoli. Situata su un promontorio che si protende nel Mar Adriatico, la città rappresenta, con il suo porto, l'unico sbocco marino del Molise. La visita può avere inizio da piazza S. Antonio e proseguire poi attraverso la città ottocentesca, all'interno di un impianto viario a scacchiera che discende verso il borgo antico, con il belvedere della Torretta, il castello di Federico II e il duomo, uno dei principali monumenti del Molise, risalente al XII-XII secolo. Da Termoli è possibile effettuare una visita in giornata alle isole Tremiti attraverso collegamenti diretti col porto molisano.

45

Da Termoli si prosegue verso l'interno, passando attraverso l'invaso artificiale del lago del Biferno (o di Guardialfiera), con la sua imponente diga fino a giungere a Campobasso. Il capoluogo molisano si presenta disteso lungo ikl declivio di un colle, con la parte moderna sviluppata in pianura. Oltre che per i suoi monumenti la città è famosa per la produzione di coltellerie, una tradizione risalente al XIV secolo. La parte più alta dell'abitato è dominata dal castello Monforte, risalente all'alto medioevo ma ricostruito nelle forme attuali dopo un terremoto nel 1549. Degni di npota sono la chiesa di San Giorgio, eretta nel XII secolo, San Bartolomeo e Sant'Antonio Abate. Subito dopo Campobasso merita una fermata di alcune ore l'antica città romana di Sepino, lungo la statale 88.

Continua la lettura
55

Percorrendo la stessa statale 88 in direzione Isernia si giunge poi nella cittadina di Bojano, famosa per le sorgenti del fiume Biferno. Sempre sulla statale 88 si trova il Santuario dell'Addolorata, presso la cittadina di Castelpetroso, costruito in prossimità del luogo in cui, secondo la testimonianza dei veggenti, la Vergine Maria apparve più volte a due pastorelle alla fine del 1800. Da Castelpetroso si raggiunge poi Isernia, seconda città capoluogo del Molise e antico centro sannita. Una visita a Isernia non può non includere il Villaggio Paleolitico, situato alla periferia orientale della città, che rappresenta il più antico insediamento umano d'Europa e il più ricco di testimonianze relative al modello di vita che l'uomo erectus si era dato circa un milione di anni fa. Infine da Isernia, percorrendo la statale 86 si giunge ad Agnone, nota per la costruzione delle campane, Capracotta, piccolo centro montano poto a oltre 1400 metri di altezza e Pietrabbondante, celebre per il suo santuario italico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Italia

Molise: come muoversi e cosa visitare

Il Molise si colloca tra l'Abruzzo, il Lazio, la Puglia e la Campania. Bagnato dal Mar Adriatico, conta appena 35 km di costa. Poco conosciuto dal turismo mondiale, possiede paesaggi di straordinaria bellezza e siti archeologici di grande interesse. Nasce...
Europa

Come visitare il basso Molise

Sei alla ricerca di una vacanza economica, interessante e rilassante con gli amici o con il partner? Non è necessario recarti verso mete esotiche sperdute, né spendere un patrimonio per riuscirci! In questa guida vedremo insieme come visitare il basso...
Europa

Come visitare i luoghi dell'Alto Molise

L'Alto Molise è uno dei territori che meglio conservano il paesaggio rurale e la cultura contadina. Siamo nella provincia di Isernia, nella zona interna del Molise, in un territorio che si distende tra monti e praterie dove è ancora possibile sentire...
Italia

Cosa visitare in Molise

Il Molise, penultima regione italiana per estensione e popolazione, si trova tra la dorsale appenninica ed il Mar Adriatico. Probabilmente, non ha mai ottenuto i giusti riconoscimenti. Dai paesaggi incontaminati, tipicamente montuosi e collinari, è ricco...
Italia

Come raggiungere le isole Tremiti

Posizionate poco più su del Gargano, le Isole Tremiti appartengono al territorio pugliese, sebbene si affaccino di fronte al Molise. Note anche col nome di Isole Diomedee, sono situate nella provincia di Foggia e appartengono alla riserva marina protetta...
Consigli di Viaggio

Isole Tremiti: cosa sapere prima di visitarle

Le Isole Tremiti si trovano a 40 km al largo della costa adriatica sud-orientale dell'Italia. Esse formano un arcipelago straordinario di piccole isole. Sono dominate da paesaggi aspri, imponenti scogliere e distese d'acqua magnifiche. Queste isole inoltre...
Consigli di Viaggio

Le più importanti riserve naturali d'Europa

Le riserve naturali sono aree protette allo scopo di favorire il mantenimento dell'equilibrio ambientale del luogo in cui sono situati. In esse è proibita la caccia per cui sono l'habitat ideale per la sosta e la riproduzione di diverse specie animali...
Italia

I posti più belli da visitare in Abruzzo

Una delle regioni italiane in cui il turismo è in maggiore espansione è l'Abruzzo. Il motivo è facile da comprendere, la regione ha infatti un'offerta turistica tra le più complete. Chi sceglie di trascorrere le proprie vacanze in Abruzzo potrà rilassarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.