Mongolia: cosa visitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Mongolia, il secondo stato più grande del mondo, appartiene all' Asia Centrale. Ssituato tra la Cina e la Russia, presenta una vasta superficie ma, nonostante questo, risulta essere lo stato che presenta la più bassa densità di abitanti del mondo. La maggior parte di essi vivono nella capitale Ulan Bator e nell'immediata periferia, l'altra parte è nomade. La nazione, priva di sbocchi sul mare, è caratterizzata da un clima continentale con inverni lunghi e rigidi ed estati molto calde, durante le quali si ha il maggior numero di precipitazioni annuali. Per visitare la Mongolia è consigliabile il periodo che va da maggio ad ottobre. Essa è un Paese molto ricco dal punto di vista culturale e paesaggistico. In questa guida vediamo cosa visitare durante un viaggio in Mongolia.

25

Il canto

Dal punto di vista culturale assumono particolare rilevanza la musica ed il canto: si inizia a cantare già fin da piccoli, si cresce quasi in simbiosi con la musica, e la natura con i suoi suoni costituiscono fonte di ispirazione per i cantanti. Tra le musiche mongole, oltre a quelle tradizionali e quelle appartenenti alla musica sacra, troviamo anche il pop e il rock, a livello locale e non.

35

Monastero della felicità

Il monastero più grande della Mongolia è il monastero Gandan, tibetano buddhista. Fu fondato nel 1835, venne successivamente chiuso e poi riaperto nel 1944 ed è l'unico ad essere rimasto in funzione in tutta la Mongolia. Esso rappresenta un luogo di rifugio e di quiete in contrasto con il caos della città. Il suo intero nome "Gandantegcinlen khidd" significa il monastero della felicità perfetta. A questo monastero, oltre ad altri templi, appartiene il monastero di Ghesar, edificato in stile cinese e dedicato al re tibetano di cui porta il nome.

Continua la lettura
45

I templi

Nella capitale si può visitare il monastero Coijin Lama: presenta un complesso di templi rossi con il tetto verde ed è un monastero-museo della religione. Qui visse Lama Luvsan Haidav Choijin, prete monaco lama. Chiusa nel 1938, la struttura venne riaperta come museo il 1942. Oggi non si svolgono più riti religiosi ma una visita ai cinque templi è fortemente consigliata in quanto si possono ammirare sia la bellezza architettonica esterna, alcuni dipinti su stoffa ed alcune maschere tsam tra le piu belle dell’intero paese. In città si possono visitare altri due musei di notevole interesse tra cui il Museo di storia naturale dove sono presenti alcuni scheletri integrali di dinosauri rinvenuti nel deserto del Gobi negli anni venti dal Paleontologo Ray Chapman Andrews e il Museo Nazionale di storia Mongola che raccogli rituali e oggetti di uso comune provenienti da tutto il territorio e di diverse epoche.

55

Karakhorum

Interessanti dal punto di vista storico e artistico sono le rovine di Karakhorum, che risulta essere l'unico complesso templare sopravvissuto alla distruzione del periodo russo. Da visitare anche le Grandi Tartarughe di Granito che risultano essere il simbolo di eternità e che avevano la funzione di proteggere la città stessa; esse sono situate all'ingresso dei vari palazzi della città. Da non perdere il Monastero di Erdene Zuu circondato da mura di mattoni comprendente 108 stupe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Asia

7 piatti da non perdere in Mongolia

Il cibo orientale è sicuramente all'apparenza molto strano da vedere ma poi assaggiandolo ci si accorge che alcuni piatti sono davvero appetitosi. I piatti orientali sono veramente molti e i più famosi sono quelli che appartengono alla Mongolia. Per...
Asia

Ulan Bator: cosa visitare

La Mongolia è una terra affascinante, grazie alla sua cultura millenaria così distante da quella occidentale. Infatti è un mondo che è rimasto chiuso nelle sue tradizioni per centinaia di anni e che continua a mantenere un divario immenso rispetto...
Asia

Come visitare Hohhot

La città di Hohhot fa parte del nord della Cina, per la precisione è la capitale della mongolia interna. Con le vacanze che si avvicinano molti sono i luoghi che si pensa di visitare. Uno di questi è proprio la città di Hohhot. Nel suo piccolo è...
Asia

Siberia Orientale: cosa visitare

La Siberia Orientale, regione del grande freddo per antonomasia, caratterizzata dal clima più rigido dell'intero emisfero boreale dopo l'Antartide, non è solo fatta di ghiaccio e gelo, ma è anche ricca di bellissimi paesaggi da vedere almeno una volta...
Asia

Ankara: cosa visitare

Ankara è la capitale della Nazione Turchia. Se avete intenzione di visitare Ankara, bisogna prima conoscere bene cosa visitare. La popolazione di Ankara è di 4.400.000 abitanti ed è la seconda città turca con maggiore popolazione. La città si trova...
Asia

Al-Kuwait: cosa visitare

Tra le città mediorientali di maggior rilievo troviamo Al-Kuwait. Questa è una città ricca di attrazioni e di opportunità di lavoro. La maggior parte dei suoi cittadini sono infatti di origine straniera, trasferitisi lì per lavoro. Se avete intenzione...
Asia

Hong Kong: cosa visitare

L'Oriente è senza dubbio la meta più ambita e più affascinante da visitare per un viaggiatore e Hong Kong è una tra le destinazioni più gettonate a giorno d'oggi. Una metropoli in continua espansione sia culturale che industriale, ricca di fascino...
Asia

Thailandia: cosa visitare

La Thailandia è una meta davvero imperdibile. Posta nel Sud-Est asiatico, ha paesaggi indimenticabili e città completamente del tutto diverse da quelle europee. Sappiate, quindi che il turista, avventurandosi in tale parte del mondo, non ne rimarrà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.