Niger: usanze e costumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Niger è uno Stato dell'Africa Occidentale confinante a nord con la Libia e l'Algeria, ad est con il Ciad, a sud con il Benin e la Nigeria ed a ovest con il Mali e il Burkina Faso. Il suo nome si deve al fiume Niger che attraversa il paese con la sua lunghezza complessiva di 4.160 km, nascendo dai Monti Loma, attraversando, oltre al Niger, il Mali e la Nigeria e sfociando nel Golfo di Guinea. Per poter parlare di usanze e costumi del Niger, occorre precisare che quest'ultimo, come gli altri paesi africani, è formato da diversi gruppi etnici, con una propria cultura e tradizione. Andiamo a vedere dunque le etnie più diffuse in Niger.

26

Le differenti etnie del Niger sono: gli Hausa, agricoltori stanziati presenti al centro e a est del paese; i Djerma-Songhai, anche loro agricoltori stanziati, insediati però ad ovest; i Tuareg, i Tabu e gli Arabi, allevatori nomadi, presenti a nord e nord-est; i Kanuri e Buduma, allevatori semi-nomadi, insediati all'estremità orientale; ed infine i Peul, sempre allevatori semi-nomadi, presenti in tutto lo stato.

36

Gli Hausa hanno una cultura fortemente influenzata dalla religione islamica, infatti sono organizzati in una struttura piramidale molto rigida e incentrata su regole religiose, al cui vertice è posto il Sultano. Essendo principalmente agricoltori, sono impegnati nella coltivazione del cotone e degli arachidi. Proprio per il lavoro che praticano, il loro abbigliamento è molto semplice e lineare: vesti bianche e lunghe decorate con filo color kaki, ampi cappelli di paglia per ripararsi dal sole e dalle piogge.

Continua la lettura
46

I Djerma- Songhai sono molto legati all'etnia Tuareg con cui convivono nelle zone desertiche. Pur essendo molto legati alle pratiche islamiche, non hanno escluso le tradizioni antiche e sono rimasti molto legati alla stregoneria ancestrale. Infatti la tradizionale vita songhai è vista come un passaggio attraverso pericoli e insidie. Per questo motivo continuano a consultare indovini, stregoni e sacerdoti per le possessioni spiritiche.

56

I Taureg sono principalmente un popolo nomade le cui attività economiche sono legate alla pastorizia e all'utilizzo dei dromedari, riflettendo la stratificazione sociale, gerarchica e strutturata in tre caste: nobili, uomini liberi e schiavi (nonostante la schiavitù sia stata abolita, privatamente è ancora praticata). I diversi colori dei veli indicano una diversa appartenenza sociale: indaco per i nobili e ricchi; nero per la gente comune; bianco per i servi e per gli schiavi. Per quanto riguarda le donne invece, è necessario solamente un velo che copra la testa, lasciando per tanto il viso scoperto. A differenza della maggioranza dei gruppi islamici, la donna Tuareg gode di una certa libertà e importanza nella comunità, in quanto le viene affidato il compito di custodire e tramandare le tradizioni orali. Gli uomini sono soliti farsi crescere la barba, ma sono privi di baffi. I giovani, abitualmente si rasano la testa, mentre gli adulti, maschi e femmine, portano i capelli lunghi e intrecciati.

66

I Kanuri che vivono in città invece svolgono lavori di governo, servizio pubblico, costruzione, trasporto e commercio. Le abitazioni sono di dimensioni variabili, composte da fango e paglia. Le città hanno la funzione di mercati locali e centri amministrativi, in cui sono presenti una scuola locale e la moschea. La più importante unità economica è la famiglia, ma non in senso letterale, in quanto, siccome maggiore è il numero dei membri in una famiglia, maggiore è il prestigio che acquista il capofamiglia, i giovani sono spesso prestati ad altre famiglie per contribuire al lavoro nei campi. In cambio il giovane riceve dal padrone di casa vestiti, cibo e soldi per prendere in moglie una fanciulla, in modo tale che un giorno potrà crearsi il suo nucleo familiare. La poligamia è molto diffusa e l'uomo, che si sposa a vent'anni, è solito avere come prima moglie una giovane vergine.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Africa

Gambia: usanze e costumi

La Repubblica del Gambia è il più piccolo Stato dell'Africa occidentale. Il Paese gode di un clima tropicale e negli ultimi anni ha avuto un notevole incremento nel campo del turismo. In questo lembo di terra convivono pacificamente (sono davvero rari...
Africa

Zimbabwe: usanze e costumi

Molto spesso, con la vita stressante che la quotidianità ci impone, ci soffermiamo ad osservare solamente una piccola fetta del mondo sul quale abitiamo. Tale fetta si identifica con il posto in cui viviamo, tralasciando che oltre i confini della nostra...
Africa

Algeria: usanze e costumi

L'Algeria è uno Stato situato nella parte settentrionale del continente Africano. La sua capitale è Algeri, ed è stata scelta perché è la stessa città a fornire il nome all'intera nazione. L'Algeria è una repubblica indipendente a partire fin dagli...
Africa

Angola: usanze e costumi

L’Africa ha un fascino talmente unico da esserci anche una malattia chiamata “mal d’Africa”. Questa patologia è caratterizzata dalla grande nostalgia che coglie tante persone dopo che hanno visitato questi luoghi magici e non vedono l’ora di...
Africa

Burkina Faso: usanze e costumi

Volgere lo sguardo alle usanze e ai costumi di una nazione africana quale quella del Burkina Faso significa veder schiudersi dinanzi ai propri occhi una società tanto lontana dai nostri standard occidentali quanto vicina ad un sentire comune di un vivere...
Africa

Burundi: usanze e costumi

Il Burundi è uno Stato piccolo presente in Africa. La sua capitale è Bujumbura. Le lingue ufficialmente parlate sono il francese e kirundi. Nella capitale è parlato lo swahili come lingua commerciale. La moneta utilizzata è il Franco del Burundi....
Africa

Camerun: usanze e costumi

Il Camerun è, dal punto di vista culturale, uno dei più importanti e variegati Paesi dell'Africa centrale. Nato ufficialmente nel 1961 dalla fusione delle colonie inglesi con quelle francesi, questo stato è un esempio di come le tradizioni delle popolazioni...
Africa

Le usanze africane più strane

Il continente nero con i suoi innumerevoli popoli antichi e le sue tribù è sicuramente uno dei luoghi più interessanti e particolari che il panorama mondiale possa offrirci. Gli occhi di noi occidentali guardano affascinati questo melting pot di usanze,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.